Inziare a utilizzare CloudDB

Scopri come utilizzare la soluzione CloudDB

Ultimo aggiornamento: 22/06/2022

Questa traduzione è stata generata automaticamente dal nostro partner SYSTRAN. I contenuti potrebbero presentare imprecisioni, ad esempio la nomenclatura dei pulsanti o alcuni dettagli tecnici. In caso di dubbi consigliamo di fare riferimento alla versione inglese o francese della guida. Per aiutarci a migliorare questa traduzione, utilizza il pulsante "Modifica" di questa pagina.

Obiettivo

La soluzione CloudDB permette di usufruire di un'istanza di database, le cui risorse sono dedicate e garantite che ti offrono prestazioni e flessibilità. La soluzione CloudDB è associata di default alla rete di hosting Web OVHcloud. È possibile associarla a qualsiasi altra rete tramite una lista di indirizzi IP autorizzati.

Scopri come iniziare a utilizzare la soluzione CloudDB.

Prerequisiti

Procedura

Attiva il tuo server CloudDB incluso con la tua offerta di hosting Web

Se la tua offerta di hosting include l'opzione CloudDB, accedi al tuo Spazio Cliente OVHcloud. Dalla sezione Web Cloud, clicca su Hosting nella colonna di sinistra.

Nella scheda Informazioni generali, riquadro Configurazione, clicca sul pulsante ... a destra del CloudDB. Clicca su Attiva per avviare il processo di attivazione.

Informazioni generali

Per completare l'operazione segui le istruzioni riportate qui di seguito per determinare il tipo e la versione del tuo server CloudDB. e sarà accessibile dalla colonna di sinistra nel Database.

Visualizza le informazioni generali dell'istanza

Accedi allo Spazio Cliente OVHcloud, clicca su Database nel menu a sinistra e seleziona la tua istanza CloudDB. Assicurati di trovarti nella scheda Informazioni generali.

Il nome del servizio CloudDB nello Spazio Cliente OVHcloud contiene una parte del tuo identificativo cliente e termina con tre numeri (001 per il primo servizio CloudDB installato, 002 per il secondo, ecc...).

In questa interfaccia puoi visualizzare anche le informazioni principali relative alla tua istanza. Ti consigliamo di verificarne la correttezza e assicurarti che corrispondano alle descrizioni indicate di seguito:

Informazione Descrizione
Stato del servizio Indica se l’istanza è attiva, in stato di riavvio o sospesa. Per poter eseguire operazioni, l’istanza deve essere attiva.
Tipo Indica il sistema di database utilizzato dal server.
Versione Indica la versione del sistema di database utilizzata dal server. Ti ricordiamo di verificare la compatibilità del tuo sito con la versione scelta.
Saturazione CPU Indica il tempo CPU passato in saturazione. La tua istanza CloudDB non è limitata in termini di CPU, ma devi fare attenzione a non sovraccaricare la CPU del tuo CloudDB.
RAM Indica la memoria disponibile sulla tua istanza e segnala l’eventuale raggiungimento della soglia limite. La tua istanza CloudDB dispone di risorse dedicate e garantite: la memoria RAM. Se necessario, è possibile aumentarla e ricevere una notifica in caso di utilizzo di tutte le risorse disponibili.
Infrastruttura Indica l’infrastruttura utilizzata dall’istanza. Questa informazione è relativa alla piattaforma di OVHcloud.
Datacenter Indica il datacenter in cui è stata creata l’istanza. Assicurati che corrisponda a quello dell’hosting Web OVHcloud in cui è (o sarà) ospitato il tuo sito.
Host Indica il server OVHcloud in cui è stata creata l’istanza. Questa informazione è relativa all'infrastruttura OVHcloud e, in caso di incidenti, può essere presente nelle nostre comunicazioni.

Clouddb

Crea un database

Questo step non si applica al sistema di database Redis.

Per creare il tuo primo database sull’istanza CloudDB, clicca sulla scheda Database e poi sul pulsante Aggiungi database.

Clouddb

Nella finestra che appare, oltre alla creazione del database, puoi scegliere di:

  • creare un utente: quest’ultimo potrà effettuare delle richieste sul tuo database (come la lettura, l’inserimento o la cancellazione dei dati);

  • aggiungere un indirizzo IP autorizzato: le richieste provenienti dall’IP aggiunto saranno autorizzate ad accedere ai tuoi database.

In base alla tua scelta, completa le informazioni richieste e poi clicca su Conferma.

Informazione Descrizione
Nome del database È il nome del tuo futuro database.
Nome utente È l’utente che potrà connettersi al tuo database ed effettuare richieste (opzionale se non hai selezionato la voce Creare un utente).
Permessi Sono le autorizzazioni che saranno assegnate all’utente; per un utilizzo standard, seleziona Amministratore (facoltativo se non hai selezionato la voce Creare un utente).
Password Indica una password, poi confermala (opzionale se non hai selezionato la voce Creare un utente).
IP/maschera È l’indirizzo IP o della maschera d’IP del server che saranno autorizzati ad accedere ai tuoi database (opzionale se non hai selezionato la voce Aggiungere un indirizzo IP autorizzato).

Per motivi di sicurezza, durante l’inserimento dei dati ti invitiamo a rispettare i requisiti richiesti.

Clouddb

Crea un utente

Questo step non si applica al sistema di database Redis.

Se hai creato l'utente insieme al database, questo step è opzionale. Per un progetto più complesso, invece, potrebbe essere necessario autorizzare più utenti a lavorare sullo stesso database. Ad esempio, uno potrebbe disporre dei permessi di lettura e scrittura mentre l’altro dei permessi di sola lettura.

Se un utente aggiuntivo non è necessario al tuo progetto, puoi passare allo step successivo. In caso contrario, per creare un utente sulla tua istanza CloudDB, clicca sulla scheda Utenti e diritti e poi sul pulsante Aggiungi un utente.

Clouddb

Inserisci le informazioni richieste nella finestra che appare e poi clicca su Conferma.

Informazione Descrizione
Nome utente È l'utente che sarà in grado di accedere alla tua istanza. È possibile assegnargli i permessi nel passaggio successivo.
Password Seleziona una password e poi confermala.

Per motivi di sicurezza, durante l’inserimento dei dati ti invitiamo a rispettare i requisiti richiesti.

Clouddb

Una volta creato l’utente è necessario assegnargli i permessi per autorizzarlo a effettuare operazioni sul database (come lettura, inserimento e cancellazione dei dati): clicca sull’icona a forma di ingranaggio e seleziona Gestisci i diritti. Si apre una nuova pagina in cui puoi scegliere i permessi da assegnare. Per un utilizzo standard, scegli Amministratore.

Clouddb

Importa un database

Questo step mostra come importare un backup di un database già esistente. Se non è il tuo caso, passa allo step successivo.

Esistono diverse tecniche per importare un database e OVHcloud mette anche a disposizione un tool nello Spazio Cliente. Puoi comunque utilizzare la modalità che preferisci in base alle tue conoscenze.

Negli step successivi descriviamo come importare un database attraverso lo Spazio Cliente OVHcloud.

  • Step 1: accedi all’interfaccia d’importazione

Seleziona la scheda Database, clicca sull’icona a forma di ingranaggio e poi su Importa un file. Nella nuova finestra, seleziona l’opzione Importa un nuovo file e clicca su Continua.

Clouddb

  • Step 2: seleziona e invia il file di backup

Assegna un nome al file che ti permetterà di identificare questo backup in futuro nel caso in cui volessi ripristinarlo. In seguito, accanto a File, seleziona il file di backup del database sul tuo computer, poi clicca su Continua. Attendi la conferma di invio del file e poi clicca sul pulsante Continua.

Clouddb

  • Step 3: avvia l'importazione del database

A questo punto scegli se applicare o meno le seguenti opzioni aggiuntive, poi clicca su Conferma.

Opzioni aggiuntive Descrizione
Svuota il database attuale Il contenuto del database viene totalmente eliminato e sostituito da quello del backup.
Ricevi una email al termine dell’importazione Una volta completata l'importazione del database, riceverai una notifica via email.

Clouddb

Autorizza un indirizzo IP

Affinché l’accesso alla tua istanza CloudDB funzioni correttamente, è fondamentale indicare gli IP o i blocchi di IP che possono connettersi ai tuoi database. Per fare ciò, clicca sulla scheda IP autorizzati e poi sul pulsante Aggiungere un IP/mask.

clouddb

Nella finestra che appare indica l’indirizzo IP o la mask da autorizzare in IP/mask e poi, se vuoi, aggiungi una descrizione. Decidi se vuoi fornire un accesso soltanto ai database o anche via SFTP. Infine clicca su Conferma.

Clouddb

Autorizza la connessione a un hosting Web OVHcloud

Di default, la soluzione CloudDB è automaticamente associata agli hosting Web OVHcloud. Se necessario, è possibile disattivare l'accesso degli hosting Web OVHcloud al database CloudDB.

Clicca sulla scheda IP autorizzati e poi sul pulsante Accesso agli hosting Web OVHcloud.

clouddb

Collega il tuo sito al database

Una volta creato il database, che uno o più utenti dispongono dei diritti su quest'ultima e che sull'istanza CloudDB sono stati autorizzati almeno un indirizzo IP o gli hosting Web OVHcloud, non resta che collegare il sito al database. Questo step può essere effettuato in diversi modi, in base al sito o al CMS utilizzato (WordPress, Joomla!, ecc...) e allo step in cui ti trovi se installi un sito Web.

In ogni caso, è necessario disporre di queste cinque informazioni:

Informazione Descrizione
Nome del database È il nome assegnato in fase di creazione del database. Puoi trovare tutti i database creati sulla tua istanza CloudDB dalla scheda Database.
Nome utente È il nome utente definito durante la creazione del database o degli eventuali utenti aggiuntivi. Puoi trovare tutti gli utenti creati sulla tua istanza CloudDB dalla scheda Utenti e diritti.
Password dell’utente È la password associata all'utente definita durante le operazioni precedenti.
Hostname del server È l’indirizzo del server utilizzato dal tuo sito per connettersi al tuo database. Questa informazione è disponibile nello Spazio Cliente OVHcloud, scheda Informazioni generali > Informazioni di login.
Porta del server È la porta di connessione all'istanza CloudDB, che permette l’accesso del tuo sito al database. Questa informazione è disponibile nello Spazio Cliente OVHcloud, scheda Informazioni generali > Informazioni di login.

Il campo Porta potrebbe non essere disponibile nella configurazione del tuo sito. In questo caso, è necessario aggiungerlo dopo l’hostname del server, separandolo con il simbolo : (ad esempio hostname:porta).

Clouddb

Recupera i log del tuo server CloudDB

Per verificare gli ultimi log del tuo database, accedi alla scheda Logs del tuo server CloudDB. Questa scheda mostra in tempo reale gli alert e gli errori.

clouddb

Per recuperare tutti i log del tuo server CloudDB, accedi via SFTP a quest'ultimo.

Prima di connetterti verifica che l'indirizzo IP della postazione utilizzata sia autorizzato sul tuo server CloudDB, con l'opzione SFTP selezionata. Per maggiori informazioni, consulta la sezione Autorizza la connessione a un hosting Web OVHcloud di questa guida.

Le informazioni di connessione SFTP sono disponibili nella scheda Informazioni generali del tuo server CloudDB. Se non ricordi la password del server, clicca sul pulsante ... a destra per modificarlo.

clouddb

Accedi tramite un client FTP (FileZilla, Cyberduck, WinSCP, ecc...).

Per FileZilla, nel menu File, vai al Gestionale di siti. Clicca su Nuovo sito e inserisci le impostazioni rilevate precedentemente.

clouddb

Il file di log, chiamato stdout.log, si trova alla radice.

Per saperne di più

Contatta la nostra Community di utenti all’indirizzo https://community.ovh.com/en/.


Questa documentazione ti è stata utile?

Prima di inviare la valutazione, proponici dei suggerimenti per migliorare la documentazione.

Immagini, contenuti, struttura... Spiegaci perché, così possiamo migliorarla insieme!

Le richieste di assistenza non sono gestite con questo form. Se ti serve supporto, utilizza il form "Crea un ticket" .

Grazie per averci inviato il tuo feedback.


Potrebbero interessarti anche...

OVHcloud Community

Accedi al tuo spazio nella Community Fai domande, cerca informazioni, pubblica contenuti e interagisci con gli altri membri della Community OVHcloud

Discuss with the OVHcloud community

Conformemente alla Direttiva 2006/112/CE e successive modifiche, a partire dal 01/01/2015 i prezzi IVA inclusa possono variare in base al Paese di residenza del cliente
(i prezzi IVA inclusa pubblicati includono di default l'aliquota IVA attualmente in vigore in Italia).