Creare due o più VLAN nella vRack

Scopri come creare molteplici VLAN nella vRack

Ultimo aggiornamento: 24/02/2022

Obiettivo

La configurazione standard della vRack consente di creare soltanto una VLAN. Questo significa che è possibile utilizzare ogni indirizzo IP un’unica volta. Tuttavia, con la versione 2.0 della vRack si possono creare fino a 4.000 reti locali virtuali nella stessa vRack. In questo modo, è possibile utilizzare ciascun indirizzo IP fino a 4.000 volte.

Questa guida ti mostra come creare due o più VLAN nella stessa vRack.

Prerequisiti

  • Disporre di uno o più server dedicati compatibili con la vRack
  • Aver attivato un servizio vRack
  • Aver accesso all’intervallo di indirizzi IP privati preselezionati
  • Essere connesso in SSH come utente root (con Linux)
  • Essere connesso con l’account amministratore (con Windows)
  • Aver completato la configurazione della vRack

Questa funzionalità può non essere disponibile o limitata sui server dedicati Eco.

Per maggiori informazioni, consulta la nostra a confronto.

Procedura

Con Linux

In questo esempio utilizzeremo eno2 per Ubuntu e eth1 per Debian come interfaccia di rete, 10 come tag VLAN e 192.168.0.0/16 come intervallo di indirizzi IP.

È necessario adattare tutti i comandi in base alla distribuzione utilizzata. In caso di dubbi, consulta la documentazione ufficiale della tua distribuzione.

Ubuntu 20 e 21

Questo esempio è basato su Ubuntu 21.10 (Impish Indri).

Come prima cosa, installa il pacchetto VLAN sul tuo server utilizzando il seguente comando:

sudo apt-get install vlan

Carica il modulo kernel 8021q:

sudo su -c 'echo "8021q" >> /etc/modules'

Crea o modifica questo file di configurazione per impedire che vengano apportate automaticamente modifiche alla configurazione di rete:

sudo nano /etc/cloud/cloud.cfg.d/99-disable-network-config.cfg

E aggiungi questa linea:

network: {config: disabled}

Recupera il nome dell'interfaccia di rete e il suo indirizzo MAC:

ip a
``` 

Ecco l'interfaccia che vogliamo configurare è `eno2` con indirizzo MAC: 'd0:50:99:d6:6b:14'.

![ubuntu VLAN](images/vrack3-ubuntu-01.png)

Aggiungere la configurazione di rete per questa interfaccia di rete e la dichiarazione VLAN nel file seguente:

```sh
sudo nano /etc/netplan/50-cloud-init.yaml
network:
    version: 2
    ethernets:
        eno2:
            match:
                macaddress: d0:50:99:d6:6b:14
        eno1:
            ...
            ...
    vlans:
        vlan10:
            id: 10                      # VLAN ID    
            link: eno2                  # Interface name
            addresses:
            - 192.168.0.14/16

Salva e chiudi il file, quindi esegui i seguenti comandi:

sudo netplan try
sudo netplan apply

Utilizza il comando seguente per confermare la configurazione:

ip a
``` 

![ubuntu VLAN](images/vrack3-ubuntu-02.png)

#### Debian

Come prima cosa, installa il pacchetto VLAN sul tuo server utilizzando il seguente comando:

```sh
sudo apt-get install vlan

È consigliabile creare un tag VLAN, l’identificativo che servirà per distinguere le diverse VLAN:

vconfig add eth1 10

Added vlan with VID == 10 to IF -:eth1:-

Successivamente dovrai dichiarare l’intervallo di indirizzi IP nella vRack e taggarlo con il tuo identificativo, utilizzando questo comando:

ip addr add 192.168.0.0/16 dev eth1.10

Infine, modifica la configurazione dell’interfaccia di rete affinché questa possa riconoscere il tag VLAN. Per completare questo step, apri il file di configurazione dell’interfaccia di rete per modificarlo, come indicato qui di seguito:

sudo /etc/network/interfaces

auto eth1.10
iface eth1.10 inet static
address 192.168.0.50
netmask 255.255.0.0
broadcast 192.168.255.255

Con Windows

Connettiti al tuo server tramite desktop remoto e apri l’applicazione Server Manager. Seleziona Local Server e clicca sul link Disabled accanto a NIC Teaming:

Windows VLAN

Crea un nuovo team selezionando un’interfaccia di rete e digitando un nome nel campo Team name. Al termine dell’operazione clicca su OK per confermare.

Windows VLAN

Poi specifica il tag della VLAN. Nel pannello Adapters and Interfaces della schermata NIC Teaming clicca con il tasto destro del mouse sull’interfaccia che hai appena aggiunto al nuovo team e infine clicca su Properties. A questo punto, seleziona Specific VLAN e inserisci il tag:

Windows VLAN

Adesso non resta che configurare l’indirizzo IP della VLAN. Clicca sul pulsante Start e poi su Pannello di controllo.

Windows VLAN

Poi clicca su Rete e Internet.

Windows VLAN

Clicca su Centro connessioni di rete e condivisione.

Windows VLAN

Poi clicca su Modifica impostazioni scheda.

Windows VLAN

Di seguito, clicca con il tasto destro sull’interfaccia VLAN e poi clicca su Proprietà.

Windows VLAN

Fai doppio click su Internet Protocol Version 4 (TCP/IP/IP v4).

Windows VLAN

Clicca su Utilizza il seguente indirizzo IP: in IP Address inserisci un indirizzo IP del tuo intervallo e in Subnet mask inserisci 255.255.0.0

Windows VLAN

Infine clicca sul pulsante OK per salvare le modifiche e concludi l’operazione riavviando il server.

Per saperne di più

Configurare due o più server dedicati nella vRack

Contatta la nostra Community di utenti all’indirizzo https://community.ovh.com/en/.


Questa documentazione ti è stata utile?

Prima di inviare la valutazione, proponici dei suggerimenti per migliorare la documentazione.

Immagini, contenuti, struttura... Spiegaci perché, così possiamo migliorarla insieme!

Le richieste di assistenza non sono gestite con questo form. Se ti serve supporto, utilizza il form "Crea un ticket" .

Grazie per averci inviato il tuo feedback.


Potrebbero interessarti anche...

OVHcloud Community

Accedi al tuo spazio nella Community Fai domande, cerca informazioni, pubblica contenuti e interagisci con gli altri membri della Community OVHcloud

Discuss with the OVHcloud community

Conformemente alla Direttiva 2006/112/CE e successive modifiche, a partire dal 01/01/2015 i prezzi IVA inclusa possono variare in base al Paese di residenza del cliente
(i prezzi IVA inclusa pubblicati includono di default l'aliquota IVA attualmente in vigore in Italia).