Attiva Intel SGX sul tuo server dedicato

Come attivare SGX sul tuo server Infrastructure o Advance e installare lo stack software Linux SGX

Ultimo aggiornamento: 03/06/2022

Questa traduzione è stata generata automaticamente dal nostro partner SYSTRAN. I contenuti potrebbero presentare imprecisioni, ad esempio la nomenclatura dei pulsanti o alcuni dettagli tecnici. In caso di dubbi consigliamo di fare riferimento alla versione inglese o francese della guida. Per aiutarci a migliorare questa traduzione, utilizza il pulsante "Modifica" di questa pagina.

Obiettivo

Questa guida ti mostra come attivare Intel Software Guard Extension sul tuo server per poter utilizzare le applicazioni SGX-ready. Intel SGX offre funzionalità avanzate di crittografia di sicurezza hardware e RAM allo scopo di isolare parti di codice e dati specifici per ogni applicazione.

Prerequisiti

  • Un server dedicato Infrastructure o Advance dotato dell’opzione SGX
  • Avere accesso al server via SSH con l’utente root
  • Avere accesso alle API OVHcloud
  • Aver installato Ubuntu 18.04 (o un sistema operativo simile) sul server

Tra la gamma Advance, solo i server di seguito, dotati di CPU Intel, sono compatibili con la tecnologia Intel SGX:

  • Advance-1
  • Advance-2
  • Advance-6
  • Advance-APAC

Procedura

Dallo Spazio Cliente

Accedi allo Spazio Cliente OVHcloud, accedi alla sezione Bare Metal Cloud e seleziona il server su cui vuoi attivare SGX nella sezione Server dedicati del menu a sinistra.

Attiva l'opzione

Scendi fino alla zona Funzionalità avanzate e clicca su ... in corrispondenza di "Sicurezza - Intel SGX (Software Guard Extensions)". Seleziona Attiva SGX nel menu a tendina.

attivazione SGX

Nella finestra successiva clicca sul pulsante Attiva.

attivazione SGX

Puoi scegliere di attivare SGX con una quantità specifica di memoria riservata o attivarla permettendo al tuo software di prenotare automaticamente la memoria di cui ha bisogno. Una volta effettuata la scelta, clicca su Conferma.

attivazione SGX

Disattivazione dell'opzione

Scendi fino alla zona Funzionalità avanzate e clicca su ... in corrispondenza di "Sicurezza - Intel SGX (Software Guard Extensions)". Seleziona Modifica SGX nel menu a tendina. Scegli l'opzione Disattivare e clicca su Conferma.

Disattivazione di SGX

Questa operazione comporta il riavvio del server. Conferma nella finestra contestuale e attendi qualche minuto prima di accedere nuovamente al tuo server.

Continua la lettura di questa guida allo Step 4 qui sotto.

Via API OVHcloud

Step 1: accedi alla console API

Vai sul sito https://api.ovh.com/console/ e clicca suLogin in alto a destra.
Nella nuova pagina, effettua l’accesso con le credenziali del tuo account OVHcloud.

Step 2: attiva SGX

Recupera il nome del server dalla lista ottenuta da questa chiamata:

Verifica che il tuo server abbia l’opzione SGX effettuando questa chiamata:

SGX disabled

A questo punto, attiva SGX:

Configure SGX

Controlla lo stato di avanzamento della configurazione chiamando questo endpoint con il taskld ottenuto dalla chiamata precedente:

Get SGX configuration task

Ora verifica che l’opzione sia attiva:

SGX enabled

Step 3: riavvia il sistema per applicare le nuove impostazioni del BIOS

Step 4: installa lo stack software SGX

A questo punto installa il driver Intel e SDK per sviluppare ed eseguire le applicazioni SGX.

Per prima cosa, installa alcune dipendenze:

sudo apt-get install build-essential ocaml ocamlbuild automake autoconf libtool wget python libssl-dev libcurl4-openssl-dev protobuf-compiler libprotobuf-dev debhelper cmake git

Poi, scarica, costruisci e installa il software SGX:

BASE_DIR=/opt/intel
[[ -d $BASE_DIR ]] || sudo mkdir -p $BASE_DIR && sudo chown `whoami` $BASE_DIR
cd $BASE_DIR

git clone https://github.com/intel/linux-sgx.git

cd linux-sgx
git checkout sgx_2.6
./download_prebuilt.sh
make -j 6
make sdk_install_pkg -j 6
make deb_pkg -j 6
$BASE_DIR/linux-sgx/linux/installer/bin/sgx_linux_x64_sdk_2.6.100.51363.bin --prefix=$BASE_DIR/

sudo dpkg -i $BASE_DIR/linux-sgx/linux/installer/deb/libsgx-urts_2.6.100.51363-bionic1_amd64.deb $BASE_DIR/linux-sgx/linux/installer/deb/libsgx-enclave-common_2.6.100.51363-bionic1_amd64.deb

Scarica e installa il driver:

wget https://download.01.org/intel-sgx/linux-2.6/ubuntu18.04-server/sgx_linux_x64_driver_2.5.0_2605efa.bin
chmod +x sgx_linux_x64_driver_2.5.0_2605efa.bin
sudo ./sgx_linux_x64_driver_2.5.0_2605efa.bin

Step 5: riavvia il sistema per completare l’installazione

Step 6: utilizza un’applicazione campione per convalidare l’installazione

Costruisci una delle applicazioni campione proposte:

BASE_DIR=/opt/intel
cd $BASE_DIR/sgxsdk/SampleCode/LocalAttestation/
source $BASE_DIR/sgxsdk/environment
make SGX_DEBUG=0 SGX_MODE=HW SGX_PRERELEASE=1

Esegui l’applicazione:

ovh@nsXXXX:/opt/intel/sgxsdk/SampleCode/LocalAttestation$ ./app 

Available Enclaves
Enclave1 - EnclaveID 2
Enclave2 - EnclaveID 3
Enclave3 - EnclaveID 4

Secure Channel Establishment between Source (E1) and Destination (E2) Enclaves successful !!!

Enclave to Enclave Call between Source (E1) and Destination (E2) Enclaves successful !!!

Message Exchange between Source (E1) and Destination (E2) Enclaves successful !!!

Secure Channel Establishment between Source (E1) and Destination (E3) Enclaves successful !!!

Enclave to Enclave Call between Source (E1) and Destination (E3) Enclaves successful !!!

Message Exchange between Source (E1) and Destination (E3) Enclaves successful !!!

Secure Channel Establishment between Source (E2) and Destination (E3) Enclaves successful !!!

Enclave to Enclave Call between Source (E2) and Destination (E3) Enclaves successful !!!

Message Exchange between Source (E2) and Destination (E3) Enclaves successful !!!

Secure Channel Establishment between Source (E3) and Destination (E1) Enclaves successful !!!

Enclave to Enclave Call between Source (E3) and Destination (E1) Enclaves successful !!!

Message Exchange between Source (E3) and Destination (E1) Enclaves successful !!!

Message Exchange between Source (E1) and Destination (E2) Enclaves successful !!!

Message Exchange between Source (E1) and Destination (E3) Enclaves successful !!!

Message Exchange between Source (E2) and Destination (E3) Enclaves successful !!!

Message Exchange between Source (E3) and Destination (E1) Enclaves successful !!!

Premi un tasto...

Spingiti oltre

Per saperne di più (ad esempio, su come sviluppare la tua applicazione o registrarsi per un’attestazione remota, ecc.) ecco alcune risorse utili:


Questa documentazione ti è stata utile?

Prima di inviare la valutazione, proponici dei suggerimenti per migliorare la documentazione.

Immagini, contenuti, struttura... Spiegaci perché, così possiamo migliorarla insieme!

Le richieste di assistenza non sono gestite con questo form. Se ti serve supporto, utilizza il form "Crea un ticket" .

Grazie per averci inviato il tuo feedback.


Potrebbero interessarti anche...

OVHcloud Community

Accedi al tuo spazio nella Community Fai domande, cerca informazioni, pubblica contenuti e interagisci con gli altri membri della Community OVHcloud

Discuss with the OVHcloud community

Conformemente alla Direttiva 2006/112/CE e successive modifiche, a partire dal 01/01/2015 i prezzi IVA inclusa possono variare in base al Paese di residenza del cliente
(i prezzi IVA inclusa pubblicati includono di default l'aliquota IVA attualmente in vigore in Italia).