Configurare IPv6 su server dedicati

Scopri come configurare indirizzi IPv6 sulla nostra infrastruttura

Questa traduzione è stata generata automaticamente dal nostro partner SYSTRAN. I contenuti potrebbero presentare imprecisioni, ad esempio la nomenclatura dei pulsanti o alcuni dettagli tecnici. In caso di dubbi consigliamo di fare riferimento alla versione inglese o francese della guida. Per aiutarci a migliorare questa traduzione, utilizza il pulsante "Modifica" di questa pagina.

Ultimo aggiornamento: 29/06/2022

Obiettivo

La versione 6 del Protocollo Internet (IPv6) è l’ultima versione del Protocollo Internet (IP). È stata studiata per sopperire alla prevista saturazione degli indirizzi del suo predecessore, IPv4, utilizzando indirizzi a 128-bit invece che a 32-bit. Ogni server OVHcloud dedicato presenta un blocco IPv6 di 64 bit. Ciò equivale a oltre 18 quintilioni di indirizzi IP che puoi utilizzare a tuo piacimento.

Questa guida spiega con vari esempi come configurare indirizzi IPv6 sul tuo server.

OVHcloud fornisce servizi la cui gestione e configurazione sono sotto la tua completa supervisione. Pertanto spetta a te garantire che tali servizi funzionino correttamente.

Questa guida ti mostra come effettuare le operazioni più comuni. Tuttavia, in caso di difficoltà o dubbi, ti consigliamo di contattare un esperto del settore e/o il fornitore del servizio. OVHcloud non potrà fornirti alcuna assistenza. Per maggiori informazioni, consulta la sezione “Per saperne di più” della guida.

Prerequisiti

  • Un server dedicato nel tuo account OVHcloud.
  • Tutti i dati del tuo IPv6 (prefisso, gateway, etc.).
  • Una conoscenza basilare di reti e SSH.

Ti ricordiamo che i server Kimsufi sono forniti con un solo blocco IPv6 (/128). L'IPv6 sarà configurato automaticamente al momento dell'installazione del sistema operativo.

Procedura

Se per installare il tuo server utilizzi un template per il sistema operativo Linux fornito da OVHcloud, ti accorgerai che il primo IPv6 (principale) è già configurato.

Per configurare più indirizzi IPv6 sul tuo server (o per utilizzarlo su una VM), è necessario disporre di un IP Failover configurato con una vMAC. In caso contrario, l'IPv6 non potrà essere utilizzato dai nostri router/switch.

Il gateway predefinito per il tuo blocco IPv6 (IPv6_GATEWAY) è sempre xxxx.xxxx.xxxx.xxFF:FF:FF:FF:FF. Ti ricordiamo che gli "0" di testa possono essere eliminati in un IPv6 per evitare errori nella determinazione del gateway.

Ad esempio:

  • L’indirizzo IPv6 del server è 2607:5300:60:62ac::/64 o 2607:5300:60:62ac:0000:000:000:0000/64. L’IPv6_GATEWAY sarà perciò 2607:5300:60:62FF:FF:FF:FF:FF.
  • L’indirizzo IPv6 del server è 2001:41D0:1:46e::/64 o 2001:41D0:0001:046e:0000:000:000:0000/64. L’IPv6_GATEWAY sarà perciò 2001:41D0:1:4FF:FF:FF:FF:FF.

Il modo più sicuro per recuperare le informazioni di rete del tuo server è utilizzare l'API OVHcloud. Eseguite la chiamata API che segue, indicando il nome interno del server (esempio: ns3956771.ip-169-254-10.eu):

Prima di modificare un file di configurazione, crea sempre un backup dell'originale per poterlo ripristinare in caso di problemi.

Sistemi operativi Debian e basati su Debian

Prima di seguire i passaggi qui indicati, consigliamo vivamente di disabilitare l’auto-configurazione dell’IPv6 e gli annunci del router per non incorrere in problemi noti. Puoi farlo aggiungendo le righe che seguono al tuo file sysctl.conf, che trovi in /etc/sysctl.conf:

net.ipv6.conf.all.autoconf=0

net.ipv6.conf.all.accept_ra=0

Dopodiché, puoi applicare queste regole con il comando che segue: sh sysctl -p.

Step 1: Utilizza l’SSH per connetterti al tuo server

Per ulteriori informazioni fai riferimento a questa guida.

Step 2: Apri il file di configurazione di rete del tuo server

Il file di configurazione di rete del tuo server si trova in /etc/network/interfaces o /etc/network/interfaces.d. Usa la riga di comando per localizzare il file e aprilo per modificarlo. Prima di procedere si raccomanda di eseguire il backup.

Step 3: Modifica il file di configurazione di rete.

Modifica il file come illustrato nell’esempio seguente. In questo esempio, il nome dell’interfaccia di rete è eth0. L’interfaccia del tuo server può essere diversa.

iface eth0 inet6 static 
    address YOUR_IPv6 
    netmask 128

post-up /sbin/ip -f inet6 route add IPv6_GATEWAY dev eth0 
post-up /sbin/ip -f inet6 route add default via IPv6_GATEWAY 
pre-down /sbin/ip -f inet6 route del IPv6_GATEWAY dev eth0
pre-down /sbin/ip -f inet6 route del default via IPv6_zGATEWAY

È possibile aggiungere ulteriori indirizzi IPv6 aggiungendo le stringhe up /sbin/ifconfig eth0 inet6 add YOUR_2nd_IPv6/64 al file.

Step 4: Salva il file e applica le modifiche

Salva le tue modifiche sul file, quindi riavvia la rete o il server per applicare le modifiche.

Step 5: Testa la connettività IPv6

Puoi testare la connettività IPv6 eseguendo i comandi indicati di seguito:

ping6 -c 4 2001:4860:4860::8888

>>> PING 2001:4860:4860::8888(2001:4860:4860::8888) 56 data bytes
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=1 ttl=55 time=23.6 ms
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=2 ttl=55 time=23.8 ms
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=3 ttl=55 time=23.9 ms
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=4 ttl=55 time=23.8 ms

>>> --- 2001:4860:4860::8888 ping statistics ---
>>> 1 packets transmitted, 1 received, 0% packet loss, time 0ms
>>> rtt min/avg/max/mdev = 23.670/23.670/23.670/0.000 ms

Se non sei in grado di testare (effettuare il ping di) questo indirizzo IPv6, verifica la tua configurazione e riprova. Accertati anche che la macchina da cui stai effettuando il test sia connessa all’IPv6. Se ancora non funziona, testa la tua configurazione in Modalità rescue.

Fedora 26 e successivi

Questo esempio è stato realizzato con CentOS 7.0. I risultati possono variare quando si utilizzano altre derivate Redhat.

Step 1: Utilizza l’SSH per connetterti al tuo server

Per ulteriori informazioni fai riferimento a questa guida.

Step 2: Apri il file di configurazione di rete del tuo server

Il file di configurazione di rete del tuo server si trova in /etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-eth0. Usa la riga di comando per localizzare questo file e aprilo per modificarlo.

Step 3: Modifica il file di configurazione di rete.

Modifica il file come illustrato nell’esempio seguente. In questo esempio, il nome dell’interfaccia di rete è eth0. L’interfaccia del tuo server può essere diversa. Inoltre, abbiamo omesso la configurazione di failover dell’IPv4 per evitare confusione, ma la configurazione dell’IPv6 viene effettuata nello stesso file di configurazione.

IPV6INIT=yes
IPV6_AUTOCONF=no
IPV6_DEFROUTE=yes
IPV6_FAILURE_FATAL=no
IPV6ADDR=YOUR_IPv6/64
IPV6ADDR_SECONDARIES=YOUR_2nd_IPv6/64 YOUR_3rd_IPv6/64
IPV6_DEFAULTGW=IPv6_GATEWAY

Se sulla stessa macchina necessiti di più indirizzi IPv6, aggiungili nella riga IPV6ADDR_SECONDARIES, separandoli con uno spazio.

Step 4: Salva il file e applica le modifiche

Salva le tue modifiche sul file, quindi riavvia la rete o il server per applicare le modifiche.

Step 5: Testa la connettività IPv6

Puoi testare la connettività IPv6 eseguendo i comandi indicati di seguito:

ping6 -c 4 2001:4860:4860::8888

>>> PING 2001:4860:4860::8888(2001:4860:4860::8888) 56 data bytes
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=1 ttl=55 time=23.6 ms
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=2 ttl=55 time=23.8 ms
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=3 ttl=55 time=23.9 ms
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=4 ttl=55 time=23.8 ms

>>> --- 2001:4860:4860::8888 ping statistics ---
>>> 1 packets transmitted, 1 received, 0% packet loss, time 0ms
>>> rtt min/avg/max/mdev = 23.670/23.670/23.670/0.000 ms

Se non sei in grado di testare (effettuare il ping di) questo indirizzo IPv6, verifica la tua configurazione e riprova. Accertati anche che la macchina da cui stai effettuando il test sia connessa all’IPv6. Se ancora non funziona, testa la tua configurazione in Modalità rescue.

FreeBSD

Step 1: Utilizza l’SSH per connetterti al tuo server

Per ulteriori informazioni fai riferimento a questa guida.

Step 2: Apri il file di configurazione di rete del tuo server

Il file di configurazione di rete del tuo server si trova in /etc/rc.conf. Usa la riga di comando per localizzare questo file e aprilo per modificarlo.

Step 3: Modifica il file di configurazione di rete.

Modifica il file come illustrato nell’esempio seguente. In questo esempio, il nome dell’interfaccia di rete è em0. L’interfaccia del tuo server può essere diversa.

IPv6_activate_all_interfaces="YES" 
IPv6_defaultrouter="IPv6_GATEWAY" 
ifconfig_em0_IPv6="inet6 IPv6_Address prefixlen 64"
ifconfig_em0_alias0="inet6 IPv6_Address_2 prefixlen 64"
ifconfig_em0_alias1="inet6 IPv6_Address_3 prefixlen 64"

Step 4: Salva il file e riavvia il server

Salva le tue modifiche sul file, quindi riavvia la rete o il server per applicare le modifiche.

Step 5: Testa la connettività IPv6

Puoi testare la connettività IPv6 eseguendo i comandi indicati di seguito:

ping6 -c 4 2001:4860:4860::8888

>>> PING 2001:4860:4860::8888(2001:4860:4860::8888) 56 data bytes
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=1 ttl=55 time=23.6 ms
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=2 ttl=55 time=23.8 ms
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=3 ttl=55 time=23.9 ms
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=4 ttl=55 time=23.8 ms

>>> --- 2001:4860:4860::8888 ping statistics ---
>>> 1 packets transmitted, 1 received, 0% packet loss, time 0ms
>>> rtt min/avg/max/mdev = 23.670/23.670/23.670/0.000 ms

Se non sei in grado di testare (effettuare il ping di) questo indirizzo IPv6, verifica la tua configurazione e riprova. Accertati anche che la macchina da cui stai effettuando il test sia connessa all’IPv6. Se ancora non funziona, testa la tua configurazione in Modalità rescue.

Ubuntu 18.04 e 20.04

Step 1: Utilizza l’SSH per connetterti al tuo server

Per ulteriori informazioni fai riferimento a questa guida.

Step 2: Apri il file di configurazione di rete del tuo server

Apri il file di configurazione della rete, file che si trova in /etc/netplan. Per dimostrarlo, il nostro file è chiamato '50-cloud-init.yaml'.

Step 3: Modifica il file di configurazione di rete.

Servendoti di un editor di testo, modificare il file '50-cloud-init.yaml' aggiungendo le righe seguenti alle sezioni interessate, come indicato nell'esempio qui sotto.

Sostituisci i valori generici (YOUR_IPV6, IPV6_PREFIX e IPV6_GATEWAY) e l'interfaccia di rete (se il tuo server non utilizza enp1s0) con i valori specifici.

network:
    version: 2
    ethernets:
        enp1s0:
            dhcp4: true
            match:
                macaddress: 00:04:0p:8b:c6:30
            set-name: enp1s0
            addresses:
              - YOUR_IPV6/IPv6_PREFIX
            gateway6: IPv6_GATEWAY
            routes:
                - to: IPv6_GATEWAY
                  scope: link

Ubuntu 21.10 e 22.04

Il file di configurazione deve essere simile all'esempio seguente:

network:
    version: 2
    ethernets:
        enp1s0:
            dhcp4: true
            match:
                macaddress: 00:04:0p:8b:c6:30
            set-name: enp1s0
            addresses:
              - YOUR_IPV6/IPv6_PREFIX
            routes:
                - to: ::/0
                  via: IPv6_GATEWAY
                - to: IPv6_GATEWAY
                  scope: link

È importante rispettare l'allineamento di ciascun elemento del file, come indicato nell'esempio di cui sopra. Non utilizzare il tasto di tabulazione per creare la tua spaziatura. E' necessario solo il tasto spazio.

Step 4: Testare e applicare la configurazione

Per testare la configurazione esegui questo comando:

netplan try

Se è corretta, applicala utilizzando il seguente comando:

netplan apply

Step 5: Testa la connettività IPv6

Puoi testare la connettività IPv6 eseguendo i comandi indicati di seguito:

ping6 -c 4 2001:4860:4860::8888

PING 2001:4860:4860::8888(2001:4860:4860::8888) 56 data bytes
>>> 64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=1 ttl=57 time=4.07 ms
64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=2 ttl=57 time=4.08 ms
64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=3 ttl=57 time=4.08 ms
64 bytes from 2001:4860:4860::8888: icmp_seq=4 ttl=57 time=4.07 ms

--- 2001:4860:4860::8888 ping statistics ---
4 packets transmitted, 4 received, 0% packet loss, time 3003ms
rtt min/avg/max/mdev = 4.075/4.079/4.083/0.045 ms

Windows Server 2012

Step 1: Utilizza l’RDP per connetterti al tuo server

Per ulteriori informazioni fai riferimento a questa guida.

Step 2: Apri la configurazione di rete del tuo server

Innanzitutto, clicca sull’icona della rete nell’area notifiche per andare al Centro connessioni di rete e condivisione.

Centro connessioni di rete e condivisione

Clicca su Modifica impostazioni scheda di rete.

Modifica impostazioni scheda di rete.

Clicca con il tasto destro sulla tua scheda di rete, quindi su Proprietà.

Proprietà scheda di rete

Seleziona Internet Protocol Versione 6, quindi clicca su Proprietà.

Proprietà

Step 3: Modifica la configurazione di rete

Digita la configurazione del tuo IPv6 (indirizzo IPv6 e gateway predefinito) e clicca su OK.

Proprietà

Risoluzione dei problemi

Se dopo aver testato la tua connessione riscontri ancora dei problemi, crea una richiesta di assistenza per l’esame delle tue configurazioni. È necessario fornire quando segue:

  • Il nome e la versione del sistema operativo che utilizzi sul tuo server.
  • Il nome e la directory del file di configurazione di rete.
  • Il contenuto di quel file.

Per saperne di più

Partecipa alla nostra Community di utenti all’indirizzo https://community.ovh.com/en/.


Questa documentazione ti è stata utile?

Prima di inviare la valutazione, proponici dei suggerimenti per migliorare la documentazione.

Immagini, contenuti, struttura... Spiegaci perché, così possiamo migliorarla insieme!

Le richieste di assistenza non sono gestite con questo form. Se ti serve supporto, utilizza il form "Crea un ticket" .

Grazie per averci inviato il tuo feedback.


Potrebbero interessarti anche...

OVHcloud Community

Accedi al tuo spazio nella Community Fai domande, cerca informazioni, pubblica contenuti e interagisci con gli altri membri della Community OVHcloud

Discuss with the OVHcloud community

Conformemente alla Direttiva 2006/112/CE e successive modifiche, a partire dal 01/01/2015 i prezzi IVA inclusa possono variare in base al Paese di residenza del cliente
(i prezzi IVA inclusa pubblicati includono di default l'aliquota IVA attualmente in vigore in Italia).