Reindirizzare un dominio gestito da OVHcloud

I diversi tipi di redirect e come creare un reindirizzamento per un dominio gestito da OVHcloud

Ultimo aggiornamento: 06/10/2022

Questa traduzione è stata generata automaticamente dal nostro partner SYSTRAN. I contenuti potrebbero presentare imprecisioni, ad esempio la nomenclatura dei pulsanti o alcuni dettagli tecnici. In caso di dubbi consigliamo di fare riferimento alla versione inglese o francese della guida. Per aiutarci a migliorare questa traduzione, utilizza il pulsante "Modifica" di questa pagina.

Obiettivo

Il reindirizzamento di un dominio consiste nel reindirizzarlo verso una nuova destinazione. Esistono diversi tipi di reindirizzamenti, ognuno dei quali risponde a esigenze specifiche.

Scopri come reindirizzare il tuo dominio

Prerequisiti

Procedura

Comprendere il reindirizzamento di un dominio

Questa funzionalità permette di reindirizzare un dominio/sottodominio verso:

  • un altro dominio/sottodominio già esistente:
    • Esempio: domain.tld
  • un URL (Uniform Resource Locator) di sito Internet:
    • Esempi: http://www.domain.tld/welcome/ o https://www.domain.tld/welcome/ (se il dominio di destinazione dispone di un certificato SSL compatibile).

Queste azioni possono essere eseguite in diversi modi:

  • Dallo Spazio Cliente OVHcloud, dove l'assistente di configurazione permette di impostare il reindirizzamento.
  • Tramite un metodo che richiede programmazione. Dovrai creare in autonomia il reindirizzamento in un file (in genere un .htaccess.

L'attivazione di un reindirizzamento può avere conseguenze sull'indicizzazione del tuo sito Internet. Presta la massima attenzione alle operazioni che intendi effettuare o contatta uno dei provider specializzati nel referenziamento se necessario.

Attenzione: un reindirizzamento creato dallo Spazio Cliente OVHcloud non permette di reindirizzare una URL in https:// verso un altro dominio o URL. Per creare questo tipo di reindirizzamento, dovrai necessariamente passare per una riscrittura dell'URL tramite un file ".htaccess" ad esempio.

Reindirizzare un dominio dallo Spazio Cliente OVHcloud

Accedi alla sezione Web Cloud dello Spazio Cliente OVHcloud, seleziona il dominio da reindirizzare nella sezione Domini e clicca sulla scheda Reindirizzamento.

Visualizzi una tabella con tutti i reindirizzamenti attivi per il tuo dominio. Puoi gestire i tuoi reindirizzamenti esistenti con il pulsante dei contorni ... situato a destra di ogni linea.

Clicca su Aggiungi un reindirizzamento.

Presentazione del menu reindirizzamento

Sono disponibili tre opzioni di reindirizzamento dalloSpazio Cliente OVHcloud, ognuna delle quali è composta da 5 step successivi.

La scheda Reindirizzamento presenta una quarta opzione che permette di far puntare rapidamente il tuo dominio verso i record DNS A, AAAA e CNAME.
Dato che non si tratta di un "reindirizzamento", questa opzione non sarà precisata in questa guida.

Per maggiori informazioni sui record DNS, consulta la nostra documentazione sui record DNS.

Di seguito trovi i tre tipi di reindirizzamenti dettagliati passo per passo.

Indipendentemente dall'opzione di reindirizzamento scelta, la propagazione delle modifiche potrebbe richiedere da 4 a 24 ore.

Opzione 1: reindirizzamento visibile permanente verso un indirizzo web

Questa opzione permette, dopo l'inserimento del dominio reindirizzato, di visualizzare il dominio di destinazione nella barra degli indirizzi del tuo browser invece del dominio reindirizzato.

  • Esempio: domain1.tld verso domain2.tld, nel browser comparirà domain2.tld.

Gif1

Questo reindirizzamento "standard" restituirà un codice HTTP 301.

Clicca sulle schede qui sotto per visualizzare ognuno dei 5 step successivi.

Nella finestra, il tuo dominio da reindirizzare appare già. Inserisci il form solo se vuoi reindirizzare un sottodominio.

Reindirizza anche è possibile impostare una nuova casella per reindirizzare il tuo sottodominio in www verso la stessa destinazione scelta per il tuo dominio/sottodominio.

Step 1

Clicca su Avanti per passare allo Step 2.

Seleziona Verso un indirizzo Web.

Step 2

Clicca su Avanti per passare allo Step 3.

Seleziona Con reindirizzamento visibile e scegli tra le due opzioni indicate.

Step 3

Clicca su Avanti per passare allo Step 4.

Seleziona Permanente (301) tra le due opzioni indicate e inserisci il dominio o l'URL di destinazione del tuo reindirizzamento nel modulo Indirizzo web che appare.

Step 4

Clicca su Avanti per passare allo Step 5.

In quest'ultimo step, assicurati che le informazioni visualizzate siano corrette.

Step 5

Clicca su Conferma per confermare la tua configurazione.

Se visualizzi il messaggio "A partire dai domini che vuoi reindirizzare che entrano in conflitto con i reindirizzamenti che vuoi aggiungere", seleziona la casella Conferma l'eliminazione del reindirizzamento esistente per forzare l'applicazione del tuo reindirizzamento.

Attenzione, la configurazione precedente verrà disattivata ed eliminata.

Opzione 2: reindirizzamento visibile temporaneo verso un indirizzo web

Come per l'opzione 1, questa opzione permette di visualizzare, dopo l'inserimento del dominio reindirizzato, il dominio di destinazione nella barra degli indirizzi del tuo browser invece del dominio reindirizzato.

Tuttavia, questa deve essere utilizzata occasionalmente, ad esempio per eventi temporanei.
Infatti, il posizionamento sui motori di ricerca è meno efficace rispetto a un reindirizzamento visibile permanente di tipo 301 (codice HTTP).

  • Esempio: domain1.tld verso domain2.tld, nel browser comparirà domain2.tld.

Gif1

Questo reindirizzamento restituirà un codice HTTP 302.

Clicca sulle schede qui sotto per visualizzare ognuno dei 5 step successivi.

Nella finestra, il tuo dominio da reindirizzare appare già. Inserisci il form solo se vuoi reindirizzare un sottodominio.

Reindirizza anche è possibile impostare una nuova casella per reindirizzare il tuo sottodominio in www verso la stessa destinazione scelta per il tuo dominio/sottodominio.

Step 1

Clicca su Avanti per passare allo Step 2.

Seleziona Verso un indirizzo Web.

Step 2

Clicca su Avanti per passare allo Step 3.

Seleziona Con reindirizzamento visibile e scegli tra le due opzioni indicate.

Step 3

Clicca su Avanti per passare allo Step 4.

Seleziona Temporaneo (302) tra le due opzioni indicate e inserisci il dominio o l'URL di destinazione del tuo reindirizzamento nel modulo Indirizzo web che appare.

Step 4

Clicca su Avanti per passare allo Step 5.

In quest'ultimo step, assicurati che le informazioni visualizzate siano corrette.

Step 5

Clicca su Conferma per confermare la tua configurazione.

Se visualizzi il messaggio "A partire dai domini che vuoi reindirizzare che entrano in conflitto con i reindirizzamenti che vuoi aggiungere", seleziona la casella Conferma l'eliminazione del reindirizzamento esistente per forzare l'applicazione del tuo reindirizzamento.

Attenzione, la configurazione precedente verrà disattivata ed eliminata.

Opzione 3: reindirizzamento invisibile verso un indirizzo web

Questo reindirizzamento permette, dopo l'inserimento del dominio reindirizzato, di lasciarlo visualizzato nella barra degli indirizzi del browser invece di sostituirlo con il dominio di destinazione.
Attenzione, questa azione non è compatibile con tutti i siti e incide sull'indicizzazione del tuo sito..

  • Esempio: domain1.tld verso domain2.tld, nel browser comparirà domain1.tld.

Gif2

Il reindirizzamento invisibile funziona con un tag HTML iFrame che permette al dominio reindirizzato di integrare nella propria pagina HTML il contenuto dell'altra pagina corrispondente al dominio di destinazione.

Questa incapsulazione permette di impedire ai visitatori del tuo sito di visualizzare il dominio di destinazione

Questa opzione restituirà un codice HTTP 200.

Attenzione: le pagine incapsulate con un tag iFrame possono non essere lette sugli smartphone. Il loro contenuto non viene generalmente preso in considerazione dai motori di ricerca per l'indicizzazione e l'indicizzazione del tuo sito.

Clicca sulle schede qui sotto per visualizzare ognuno dei 5 step successivi.

Nella finestra, il tuo dominio da reindirizzare appare già. Inserisci il form solo se vuoi reindirizzare un sottodominio.

Reindirizza anche è possibile impostare una nuova casella per reindirizzare il tuo sottodominio in www verso la stessa destinazione scelta per il tuo dominio/sottodominio.

Step 1

Clicca su Avanti per passare allo Step 2.

Seleziona Verso un indirizzo Web.

Step 2

Clicca su Avanti per passare allo Step 3.

Seleziona Con un reindirizzamento invisibile tra le due opzioni indicate.

Step 3

Clicca su Avanti per passare allo Step 4.

Seleziona Temporary (iframe) e inserisci il dominio o l'URL di destinazione del tuo reindirizzamento nel modulo Indirizzo web che appare.

Step 4

Sono disponibili tre parametri opzionali:

  • Titolo: quello del tuo sito Internet. Comparirà come pagina nella scheda dei browser Internet.
  • Parole chiave: possono essere utilizzati dai motori di ricerca per indicizzare parzialmente la pagina.
  • Descrizione: riguarda il tuo sito Internet. Sarà utilizzata dai motori di ricerca nei loro risultati.

Clicca su Avanti per passare allo Step 5.

In quest'ultimo step, assicurati che le informazioni visualizzate siano corrette.

Step 5

Clicca su Conferma per confermare la tua configurazione.

Se visualizzi il messaggio "A partire dai domini che vuoi reindirizzare che entrano in conflitto con i reindirizzamenti che vuoi aggiungere", seleziona la casella Conferma l'eliminazione del reindirizzamento esistente per forzare l'applicazione del tuo reindirizzamento.

Attenzione, la configurazione precedente verrà disattivata ed eliminata.

Reindirizzare un dominio con un file ".htaccess"

OVHcloud mette a tua disposizione servizi di cui tu sei responsabile per la configurazione e la gestione. Assicurarne il corretto funzionamento è quindi responsabilità dell'utente.

Questa guida ti aiuta a eseguire le operazioni necessarie. Tuttavia, in caso di difficoltà o dubbi, ti consigliamo di rivolgerti a uno specialista del settore. OVHcloud non sarà infatti in grado di fornirti assistenza sugli step documentati qui sotto. Per maggiori informazioni, consulta la sezione "Per saperne di più" di questa guida.

I file ".htaccess" sono file di configurazione nei quali possono essere specificati alcuni comandi. Quando il codice del tuo sito Internet viene eseguito dal server Web (Apache), i comandi vengono interpretati e quindi eseguiti.
Tra questi comandi, è possibile creare reindirizzamenti.

Gestire un file ".htaccess" può rendere il tuo sito inaccessibile. In caso di dubbio, contatta uno dei fornitori specializzati.

Per maggiori informazioni, consulta la nostra guida sul .htaccess nella sezione "Per saperne di più" di questa guida.

Ti consigliamo di effettuare un backup del tuo file .htaccess prima di apportare modifiche. In questo modo è possibile ripristinare la versione precedente del file in caso di errore.

Di seguito trovi 4 variabili per effettuare reindirizzamenti tramite il file ".htaccess".

Variabile 1 - "Redirect Permanent"

Questa variabile permette di reindirizzare un sito nel suo insieme, o solo una parte di un sito, verso un altro sito o verso un'altra parte di un sito. I visitatori vengono reindirizzati automaticamente verso il giusto indirizzo/URL quando cercano di accedere al tuo sito tramite l'indirizzo/URL storico.

Per reindirizzare un sito intero:

Redirect permanent / http://domainTarget.tld/

Per reindirizzare una directory verso un'altra:

Redirect permanent /old_folder http://domain.tld/new_folder

Per reindirizzare un file verso un altro:

Redirect permanent /old_file.php http://domain.tld/new_file.php

Lo script reindirizzerà un codice HTTP 301. Questo impedirà ai robot dei motori di ricerca di aggiornare i link verso il nuovo indirizzo/URL.

Variabile 2 - "Redirect gone"

Questa variabile è utile per i file eliminati. Sostituisce il messaggio 404 documento non trovato con un messaggio più esplicito del tipo 410 il documento non esiste più. Il visitatore del tuo sito viene informato che il file che sta cercando di chiamare non esiste più.

Redirect gone /fileDeleted.html

Lo script restituirà un codice HTTP 410.

Variabile 3 - "Redirect seeother"

Se modifichi l'estensione di un file, la variabile seeother permette di modificarne il tipo. Il visitatore che cerca di accedere al vecchio file sarà automaticamente reindirizzato verso quello con la corretta estensione.

Redirect seeother /example.doc http://domain.tld/example.pdf

Lo script restituirà un codice HTTP 303.

Variabile 4 - "Redirect Temp"

Questa variabile può essere utilizzata quando trasferisci temporaneamente file su un altro sito. I visitatori che tentano di accedere al tuo sito tramite l'indirizzo/URL storico vengono automaticamente reindirizzati verso il nuovo indirizzo/URL temporaneo.

Redirect temp / http://OtherWebsite.tld/site/

Lo script restituirà un codice HTTP 302.

Per saperne di più

Bloccare l'accesso al mio sito per alcuni indirizzi IP tramite un file ".htaccess" .

Proteggi l'interfaccia di gestione del tuo sito tramite il ".htaccess" .

Effettuare altre operazioni con il file ".htaccess" .

Come modificare la mia zona DNS?

Per prestazioni specializzate (referenziamento, sviluppo, ecc...), contatta i partner OVHcloud.

Per usufruire di un supporto per l'utilizzo e la configurazione delle soluzioni OVHcloud, è possibile consultare le nostre soluzioni offerte di supporto.

Contatta la nostra Community di utenti all’indirizzo https://community.ovh.com/en/.


Questa documentazione ti è stata utile?

Prima di inviare la valutazione, proponici dei suggerimenti per migliorare la documentazione.

Immagini, contenuti, struttura... Spiegaci perché, così possiamo migliorarla insieme!

Le richieste di assistenza non sono gestite con questo form. Se ti serve supporto, utilizza il form "Crea un ticket" .

Grazie per averci inviato il tuo feedback.

OVHcloud Community

Accedi al tuo spazio nella Community Fai domande, cerca informazioni, pubblica contenuti e interagisci con gli altri membri della Community OVHcloud

Discuss with the OVHcloud community

Conformemente alla Direttiva 2006/112/CE e successive modifiche, a partire dal 01/01/2015 i prezzi IVA inclusa possono variare in base al Paese di residenza del cliente
(i prezzi IVA inclusa pubblicati includono di default l'aliquota IVA attualmente in vigore in Italia).