Aumentare la velocità di un sito Web con la CDN

Come ottimizzare il tuo sito accelerando la velocità di caricamento dell’hosting Web con la CDN

Questa traduzione è stata generata automaticamente dal nostro partner SYSTRAN. I contenuti potrebbero presentare imprecisioni, ad esempio la nomenclatura dei pulsanti o alcuni dettagli tecnici. In caso di dubbi consigliamo di fare riferimento alla versione inglese o francese della guida. Per aiutarci a migliorare questa traduzione, utilizza il pulsante "Modifica" di questa pagina.

Ultimo aggiornamento: 23/12/2021

Obiettivo

Per accelerare la velocità di caricamento del tuo sito Web e migliorare così l’esperienza utente, la tecnica più efficace consiste nell’attivare la CDN (Content Delivery Network), che consente di conservare in cache i file che non richiedono un continuo aggiornamento (cosiddetti "statici"), come le immagini, i css e i javascript nei server più vicini ai tuoi utenti.

Questa guida ti mostra come gestire l’opzione CDN del tuo hosting Web.

Definizione

Come funziona una CDN?

La CDN (Content Delivery Network) è letteralmente una rete dedicata alla consegna dei contenuti e per visualizzare il contenuto del tuo sito Web utilizza vari server sparsi in tutto il mondo. Più i server vicini ai tuoi utenti, maggiore sarà la velocità di caricamento del tuo sito Web sui loro dispositivi.

Per funzionare correttamente, ciascun server salva nella memoria cache una parte del tuo sito Web. In generale, ti consigliamo di includere i file cosiddetti "statici": le immagini, i file javascript e css che garantiscono il buon funzionamento del tuo server, ma che vengono modificati molto raramente.

Prerequisiti

Procedura

Attiva l'opzione CDN

L’opzione CDN è già inclusa nei piani di hosting Web Performance.

Se l'opzione CDN non è ordinata o attivata sul tuo hosting Web

Accedi allo Spazio Cliente OVHcloud e seleziona Web Cloud. e seleziona il tuo servizio nella sezione Hosting. Clicca sui tre puntini ... a destra di "Opzione CDN" e poi su Ordina una CDN o Attiva l'opzione se l'opzione CDN è già inclusa nel tuo hosting.

Se hai un'opzione CDN precedente al 19/11/2020, puoi ordinare la nuova offerta Shared CDN cliccando su Aggiorna la CDN verso la versione superiore.

CDN

Sarai reindirizzato verso una pagina in cui è possibile generare un buono d’ordine. Una volta effettuato il pagamento, il tuo servizio sarà disponibile in pochi minuti.

Se l'opzione CDN è già attiva sul tuo hosting Web

Accedi allo Spazio Cliente OVHcloud e seleziona Web Cloud. E seleziona il tuo servizio nella sezione Hosting. Nella scheda Multisito, clicca sull’icona a forma di ingranaggio e poi clicca su Modifica.

A questo punto, seleziona la voce "Attiva la CDN", clicca su Seguente e infine suConferma.

CDN

Sa hai aggiunto un dominio esterno (non OVHcloud) al multisito dell’hosting Web, è necessario indicare l’indirizzo IP della CDN del tuo hosting nella zona DNS del dominio.
Consulta la lista degli indirizzi IP di cluster e hosting Web per recuperare l’indirizzo IP specifico per la CDN del tuo cluster.

Perché non puoi utilizzare l'IP geolocalizzato con l'opzione CDN?

La CDN utilizza il principio degli indirizzi IP Anycast. A seconda della tua geolocalizzazione, verranno interrogati diversi server, il che ridurrà il tempo di caricamento dei tuoi file statici. Pertanto la geolocalizzazione degli indirizzi IP è praticamente inutile.
Per quanto riguarda la SEO (motori di ricerca), la velocità di visualizzazione del tuo sito Web è più importante della geolocalizzazione dell'indirizzo IP del tuo hosting.

Gestisci la tua CDN Shared

L'opzione Shared CDN è già inclusa nelle offerte di hosting Web Performance o è disponibile al momento dell'ordine dal 19/11/20. Per le versioni precedenti, consulta il paragrafo Gestisci la tua CDN (versione storica).

Svuota la cache della CDN Shared

Ogni tanto è utile cancellare la cache della CDN, specialmente quando effettui l’aggiornamento dei tuoi file statici: ad esempio, durante la pubblicazione online di una nuova versione del tuo sito. Puoi svuotare la cache per ogni input multisito.

Clicca sulla scheda Multisito del tuo hosting, clicca sui tre puntini ... a destra del record multisito e poi Purger la CDN.

CDN

Configura le opzioni della CDN Shared

Clicca sulla scheda Multisito del tuo hosting, clicca sui tre puntini... a destra del record multisito e poi su Modifica la CDN.

Alcune opzioni sono bloccate sull'offerta Basic e richiedono la sottoscrizione della CDN security o della CDN Advanced

CDN

  • Sempre online: Permette il mantenimento dei dati della CDN online in caso di guasto del server.

  • HTTP/2: Protocollo che permette di migliorare le performance del tuo sito Web in termini di sicurezza e latenza.

  • Dev-mode: ti permette di disattivare la cache durante lo sviluppo del tuo sito.

  • Brotli: tipo di compressione che permette di ottimizzare la dimensione dei tuoi file in cache.

  • Regole della cache: Crea fino a 5 regole. che definiscono la frequenza di aggiornamento della cache per alcune risorse specifiche del tuo sito. (segui la fase successiva).

Dopo aver scelto le opzioni, clicca su Applica la configurazione e poi su Conferma la configurazione nella finestra successiva.

CDN

Crea una regola di inserimento in cache

Per aggiungere una regola di cache su uno degli elementi del tuo sito, vai alla scheda Multisito del tuo hosting, clicca sui ... a destra del record multisito e poi su Configura la CDN.

Seleziona Regole di cache e clicca sul pulsante Aggiungi una regola.

CDN

  • Regola: Assegna un nome alla tua regola.

  • URI: Indica la sottounità di risorse del tuo sito Web, tramite il percorso che conduce all'URL. Per le offerte CDN-Basic e CDN-Security, è possibile inserire solo un'estensione di file.

  • Durata: indica la durata di messa in cache della risorsa scelta.

  • Classificazione: Classifica per ordine di esecuzione le tue regole (da minimo a massimo).

Una volta effettuate le scelte, clicca sul pulsante Crea la regola.

Le regole figurano in un elenco. Per modificare una regola, clicca sui tre puntini ... in corrispondenza della regola in questione e seleziona Modifica la regola. o eliminarla cliccando su Elimina la regola.

CDN

Una volta configurate le regole e selezionate le opzioni, clicca su Applica la configurazione e poi su Conferma la configurazione nella finestra successiva.

Per usufruire di una quota di regole più elevata e di parametri aggiuntivi sulla creazione di regole di messa in cache, puoi optare per l'opzione CDN Advanced

Configura le opzioni della CDN Security

Clicca sulla scheda Multisito del tuo hosting, clicca sui tre puntini ... a destra del record multisito e poi su Modifica la CDN.

le opzioni presentate qui sotto richiedono la sottoscrizione della CDN security o della CDN Advanced

Clicca sulla scheda Multisito del tuo hosting, clicca sui tre puntini ... a destra del record multisito e poi Modifica la CDN.

  • Cross-Origin Resource Sharing (CORS): Indica, nell'elenco, i domini esterni che saranno autorizzati ad accedere alle risorse del tuo sito web per condividerle.

    Una volta attivata la funzione, clicca su Modifica l'elenco delle risorse esterne per aggiungere i domini autorizzati a condividere le tue risorse.

    CDN

    Una volta completata la lista, clicca su Conferma.

Attivando l'opzione CORS senza inserire alcun dominio nella lista, significa che tutti i domini sono autorizzati ad utilizzare le risorse del tuo sito Web.

  • HTTPS-redirect: Proteggi il traffico totale del tuo sito Web reindirizzandolo al protocollo HTTPS in modo temporaneo o permanente.

    Una volta attivata la funzione, clicca sul menu a tendina per scegliere tra Reindirizzamento permanente (301) o Reindirizzamento temporaneo (302).

    CDN

  • HTTP Strict Transport Security (HSTS): Imposta l'accesso al tuo sito in HTTPS. In questo modo la tua soluzione Web è protetta contro gli attacchi di declassamento (o attacchi di ripiego).

    Una volta attivata la funzione, determina la durata di vita durante la quale il browser applicherà la funzione HSTS sul tuo sito Web.

    CDN

Una volta attivata la funzione HSTS sul tuo sito, forgierà il protocollo HTTPS sul tuo browser fino alla fine del periodo detto "età massima", anche dopo la disattivazione della funzione nello Spazio Cliente. Tuttavia, quando la cache viene svuotata sul browser che ha già effettuato una visita sul tuo sito, quest'ultimo applicherà il nuovo stato della funzione HSTS.

  • Mixed content: Costruisci il caricamento dell'intero contenuto delle tue pagine Web in modo sicuro, partecipando così a un'esperienza utente ottimale. Tutte le risorse del tuo sito, interne ed esterne, devono essere disponibili in HTTPS per evitare un errore di sicurezza del browser.

  • Firewall applicativo: La Web Application Firewall (WAF) protegge il tuo sito da attacchi fraudolenti come l'inoltro del codice, richieste illegittime o furto di dati. e copre le principali falle note del web filtrando le richieste e i pacchetti trasmessi (la lista delle falle è gestita da OVHcloud e aggiornata regolarmente per estendere la protezione).

Per l'installazione di un modulo in 1 click OVHcloud, il WAF deve essere disattivato per evitare che l'installazione del modulo sia bloccata.

Il WAF è gestito totalmente da OVHcloud, la lista delle falle viene aggiornata regolarmente.

Configura le opzioni della CDN Advanced

Clicca sulla scheda Multisito del tuo hosting, clicca sui tre puntini ... a destra del record multisito e poi su Modifica la CDN.

Le opzioni presentate qui sotto richiedono la sottoscrizione della CDN Advanced.

  • Header HTTP di geolocalizzazione: Determina il paese del visitatore per personalizzare l'esperienza proposta. Il codice paese viene aggiunto automaticamente nell'header di ogni richiesta per essere manipolato dal tuo server di origine. Gli elementi di identificazione nell'header si presentano con le denominazioni Geo-Country-Code, Geo-Country-Name, Geo-Region, Geo-City.

  • Prefetch: Anticipa il caricamento della risorsa seguente. Precaricalo automaticamente nella cache CDN grazie all header link del tuo sito Web. Questo meccanismo è utilizzato principalmente per caricare CSS, JavaScript, immagini, favicons o ancora polizze Web richieste per il tema del sito Web.

    Nel nostro esempio, quando sei sulla pagina corrente che mostra "Hello", un sottorichiesto attiva il precaricamento della risorsa /cache/style.css.

    <?php header("Link: </cache/style.css>; rel=prefetch"); print 'Hello' ?>

  • Mobile redirect: Reindirizza automaticamente i visitatori "Mobile" verso un sito Web ottimizzato. A scelta: reindirizzare sistematicamente verso la radice di un altro sito Web, o conservare l'URL sostituendo solo il dominio (o sottodominio).

  • Purga avanzata: Personalizza lo spurgo scegliendo gli elementi della cache da svuotare: tutto il sito, una cartella, un'URI, un'estensione di file o tramite un'espressione regolare personalizzata.

    Nella scheda Multisito, clicca sui tre puntini ... in corrispondenza del record multisito e seleziona Purger CDN.

    CDN

  • Query String: Gestione della messa in cache di contenuto, basata sulle impostazioni (chiamate anche Query String) della richiesta URL. In base alla tua configurazione, scegli il comportamento della cache CDN:

    • Disattivato: La risorsa viene salvata in cache con i parametri non selezionati. Creerà, ad esempio, 2 iterazioni nella cache della CDN per 2 URL con le stesse impostazioni in ordine diverso.
    • Attivato - Ordina le impostazioni: La risorsa viene salvata in cache selezionando le impostazioni. Si effettuerà una selezione prima di memorizzare l'URL nella cache della CDN. Ad esempio, per 2 URL con le stesse impostazioni in ordine differente viene mantenuta solo un'iterazione.
    • Attivato - Ignora le impostazioni: La risorsa è messa in cache senza alcun parametro. La cache CDN non terrà conto dei parametri inseriti nell'URL e memorizzerà quindi l'URL senza i parametri nella cache.
  • Prewarm: Costruisci il salvataggio in cache permanente delle tue risorse primordiali. La CDN anticipa e aggiorna automaticamente la cache, senza attendere la richiesta dell'utente. Questa funzione si applica solo su contenuti statici con un TTL superiore a 0 e la risorsa non deve superare 1 GB. Il livello di consumo delle risorse in Prewarm è indicato da un misuratore, in base alla lista degli URL. Il totale delle risorse chiamate da questi URL non deve superare la 1GB.

    Per definire la lista degli URL da utilizzare in Prewarm, clicca su Modifica la lista degli URL.

    Con l'aiuto dei campi Protocollo, Dominio e Percorso della risorsa, inserisci uno dei link verso una risorsa che vuoi aggiungere alla funzione Prewarm e clicca su Aggiungi.

    Una lista si forma nel riquadro inferiore, con tutti i link che hai elencato, potrai eliminare quello che preferisci selezionandolo e poi cliccando su Rimuovi.

    CDN

  • Cache rule: Crea fino a 100 regole. che definiscono la frequenza di aggiornamento della cache per alcune risorse specifiche del tuo sito. Prosegui nella lettura di questa guida nella fase successiva per maggiori informazioni.

Dopo aver scelto le opzioni, clicca su Applica la configurazione e poi su Conferma la configurazione nella finestra successiva.

Crea una regola di memorizzazione in cache avanzata

Per aggiungere una regola di cache su uno degli elementi del tuo sito, vai alla scheda Multisito del tuo hosting, clicca sui ... a destra del record multisito e poi su Configura la CDN.

Seleziona Regole di cache e clicca sul pulsante Aggiungi una regola.

CDN

  • Regola: Assegna un nome alla tua regola.
  • Tipo di risorsa: Scegli tra le seguenti opzioni:
    • Estensione: Inserisci un'estensione di file valida senza apportare modifiche, ad esempio: css
    • Cartella: Inserisci un percorso valido per una delle cartelle presenti nella directory di root del tuo sito web.
    • Espressione regolare personalizzata: e si applica a tutti gli URI del tuo sito Web.
    • URI: Indica la sottounità di risorse del tuo sito Web, tramite il percorso che conduce all'URL.
  • Risorsa: definisci gli attributi in funzione del tipo di risorsa scelta.
  • Durata: Indica la durata di messa in cache della risorsa scelta.
  • Classificazione: Classifica per ordine di esecuzione le tue regole (da minimo a massimo).

Una volta effettuate le scelte, clicca sul pulsante Crea la regola.

Le regole figurano in un elenco. Per modificare una regola, clicca sui tre puntini ... in corrispondenza della regola in questione e seleziona Modifica la regola. Per eliminarla, clicca su Elimina la regola.

CDN

Una volta configurate le regole e selezionate le opzioni, clicca su Applica la configurazione e poi su Conferma la configurazione nella finestra successiva.

Visualizza le statistiche della CDN

Nella scheda Multisito del tuo hosting, sotto la tabella, puoi visualizzare le statistiche della tua CDN, indicando il numero di richieste al minuto misurate su di esso.

CDN

Gestisci la tua CDN Business

L'opzione CDN è già inclusa nelle soluzioni di hosting Web Performance o nelle offerte ordinate prima del 19/11/2020.

Svuota la cache della CDN

Ogni tanto è utile cancellare la cache della CDN, specialmente quando effettui l’aggiornamento dei tuoi file statici: ad esempio, durante la pubblicazione online di una nuova versione del tuo sito. In questo caso, è possibile svuotare completamente la cache della CDN.

Accedi allo Spazio Cliente OVHcloud e seleziona Web Cloud. E seleziona il tuo servizio nella sezione Hosting. Clicca sui tre puntini ... in corrispondenza di "Opzione CDN" e poi su Ordina una CDN.

CDN

In che modo è possibile conservare in cache i file nella CDN?

Tramite l’utilizzo di un CMS

I principali CMS offrono numerosi plugin che permettono di configurare la memorizzazione in cache dei file statici in modo che siano automaticamente conteggiati dalla CDN. Altri permettono di configurare automaticamente i file statici tramite l’attivazione di una cache integrata nel CMS. Per maggiori informazioni, consulta la documentazione ufficiale del CMS o dell’editor dei plugin che utilizzi.

Senza l’utilizzo di CMS

Se non utilizzi un CMS, puoi usufruire della cache della CDN. Per farlo, è necessario aggiungere header alle richieste HTTP. Esistono diversi metodi per aggiungere gli header. Uno dei più semplici consiste nel definire regole all'interno di un file .htaccess, in funzione delle estensioni dei file.

1.#Cache delle immagini per 1 settimana
2. <<FilesMatch "\.(jpg|jpeg|png|gif)$">
3. Header set Cache-Control "max-age=604800, public"
4. </FilesMatch>
5. 
6. # Cache dei javascript e CSS per 1 mese
7. <FilesMatch "\.(js|css)$">
8. Header set Cache-Control "max-age=2592000"
9. </FilesMatch>

La memorizzazione in cache tramite gli header HTTP consente di salvare in cache i file sia nella CDN che nel browser degli utenti. Quindi per evitare che i tuoi visitatori visualizzino una versione in cache troppo vecchia, ti consigliamo di modificare i nomi dei file ad ogni nuova versione.

Disattiva l'opzione CDN per un sito Web

Questa azione permette di disattivare la CDN per uno o più ingressi multisito, senza eliminare l'opzione CDN del tuo hosting Web.

Accedi allo Spazio Cliente OVHcloud e seleziona Web Cloud. e seleziona il tuo servizio nella sezione Hosting. Nella scheda Multisito, clicca sui tre puntini ... a destra del record multisito e seleziona Modifica.

A questo punto, deseleziona la voce "Attiva la CDN", clicca su Seguente e infine suConferma.

CDN

Elimina l'opzione CDN sul tuo hosting

Questa operazione consente di eliminare l’opzione CDN per l’intero hosting Web.

Accedi allo Spazio Cliente OVHcloud e seleziona Web Cloud. e seleziona il tuo servizio nella sezione Hosting. Clicca sui tre puntini ... in corrispondenza di "Opzione CDN" e poi su Disattiva la CDN.

CDN

Clicca su Conferma per completare l’operazione.

Ricevi una email contenente la procedura di disattivazione della CDN. Segui le istruzioni fornite nel messaggio per confermare o annullare la richiesta.

Verifica che la CDN sia attiva

Per assicurarti che la CDN sia attiva sul tuo dominio, è possibile effettuare una verifica tramite un terminale con il seguente comando:

curl -i http://yourpersonnaldomain.ovh/

Se il tuo dominio è correttamente associato alla CDN, otterrai questo risultato:

HTTP/1.1.200 OK
Date: Tue, 01 Jan 2020 00:00:00 GMT
Content-Type: text/html; charset=UTF-8
Set-Cookie: SERVERID12345=123456; path=/; max-age=900
Vary: Accept-Encoding
X-Request-ID: 123456789
X-CDN-Pop: rbx1
X-CDN-Pop-IP: 00.111.22.333/44
X-Cacheable Cacheable
Accept-Ranges: bytes
Transfer-Encoding: chunked
x-IPLB-Instance/: 12345

Le intestazioni "X-CDN" confermano che il traffico del tuo sito Web passa attraverso la CDN.

Nel caso in cui il dominio non passi attraverso la CDN, ottieni in questo risultato:

HTTP/1.1.200 OK
Date: Tue, 01 Jan 2020 00:00:00 GMT
Content-Type: text/html; charset=UTF-8
Set-Cookie: SERVERID12345=123456; path=/; max-age=900
Server: Apache
X-Powered-By: PHP/7.1
Vary: Accept-Encoding
x-IPLB-Instance/: 12345

L’assenza dell’intestazione "X-CDN" indica che il traffico del tuo sito Web non passa attraverso la CDN.

Per saperne di più

Contatta la nostra Community di utenti all’indirizzo https://community.ovh.com/en/.


Questa documentazione ti è stata utile?

Prima di inviare la valutazione, proponici dei suggerimenti per migliorare la documentazione.

Immagini, contenuti, struttura... Spiegaci perché, così possiamo migliorarla insieme!

Le richieste di assistenza non sono gestite con questo form. Se ti serve supporto, utilizza il form "Crea un ticket" .

Grazie per averci inviato il tuo feedback.


Potrebbero interessarti anche...

OVHcloud Community

Accedi al tuo spazio nella Community Fai domande, cerca informazioni, pubblica contenuti e interagisci con gli altri membri della Community OVHcloud

Discuss with the OVHcloud community

Conformemente alla Direttiva 2006/112/CE e successive modifiche, a partire dal 01/01/2015 i prezzi IVA inclusa possono variare in base al Paese di residenza del cliente
(i prezzi IVA inclusa pubblicati includono di default l'aliquota IVA attualmente in vigore in Italia).