Il tuo account clienteContatto commercialeWebmailOVHcloud Blog

Benvenuto in OVHcloud!

Accedi per ordinare, gestire prodotti e servizi e monitorare gli ordini

Accedi

Hosting condiviso altre operazioni possibili con il file .htaccess

Questa guida ti mostra le altre operazioni che possono essere effettuate con il file .htaccess

Impedire il listing del contenuto di una directory

Per impedire agli utenti di visualizzare il contenuto di una cartella in cui non sono presenti file index (.cgi, .html, .php, ecc...), crea un file .htaccess che contiene questa riga:

Options -Indexes

Reindirizzare i messaggi di errore

Per utilizzare messaggi di errore personalizzati o reindirizzare gli errori su una pagina Web, crea un file .htaccess che contiene righe di questo formato:

ErrorDocument numero_dell_errore messaggio_o_destinazione

Sostituisci "numero_dell_errore" con il numero corrispondente. Gli errori più frequenti sono:

  • 401: Authorization required. L'utente tenta di accedere a un file o a una cartella protetta utilizzando le credenziali non corrette.
  • 403: Access denied. L'accesso alla directory viene negato in quanto non sono presenti file index e la configurazione del server non consente la visualizzazione del contenuto della cartella.
  • 404: Not Found. Il file richiesto dall'utente non esiste.
  • 500: Internal Server Error. In genere, questo errore dipende da un CGI non eseguito correttamente o da permessi di uno script errati.

Sostituisci "messaggio_o_destinazione" con l'azione da eseguire. Per visualizzare un semplice messaggio, scrivi il testo tra virgolette. Per creare il reindirizzamento verso una pagina, inseriscine il percorso di accesso.

Esempi:

  • Per mostrare il messaggio "Spiacenti, non possiedi i permessi di accesso a questo file" in caso di errore 403, inserisci questa riga nel tuo .htaccess:
ErrorDocument 403 "Spiacenti, non possiedi i permessi di accesso a questo file"
  • Per reindirizzare gli errori 404 sulla tua pagina personalizzata 404.html (per il tuo dominio: dominio.com):
ErrorDocument 404 http://www.dominio.com/404.php

È possibile anche reindirizzare l'errore verso uno script CGI che mostrerà il messaggio, reindirizzerà l'utente verso un altro file in base all'URL richiesto inizialmente (disponibile nella variabile d'ambiente REQUEST_URI), ti invierà un'email, ecc... Per eseguire queste operazioni, aggiungi nel tuo file .htaccess questa riga:

Errordocument 404 /cgi-bin/errore.cgi?type=404

Se la pagina viene chiamata in https (SSL), inserisci:

Errordocument 401 /~login/error.html

Se non funziona, verifica che nella scheda "Avanzate" delle proprietà di Internet Explorer, non sia selezionata l'opzione "Mostra messaggi di errore HTTP brevi".

Specificare un altro file index

Il file index predefinito di una cartella è index.html, index.htm o index.php. Per utilizzare un altro file, puoi inserire nel tuo .htaccess una riga di questo tipo:

DirectoryIndex nome_del_file

Ad esempio, per utilizzare homepage.html come pagina index, utilizza:

DirectoryIndex homepage.html

Impostare reindirizzamenti

Per effettuare questa operazione, consulta questa guida

Riscrivere un URL

Per effettuare questa operazione, consulta questa guida

Per scoprire di più sul file .htaccess, clicca qui


Questa documentazione ti è stata utile?

Prima di inviare la valutazione, proponici dei suggerimenti per migliorare la documentazione.

Immagini, contenuti, struttura... Spiegaci perché, così possiamo migliorarla insieme!

Le richieste di assistenza non sono gestite con questo form. Se ti serve supporto, utilizza il form "Crea un ticket" .

Grazie per averci inviato il tuo feedback.


Potrebbero interessarti anche...

OVHcloud Community

Accedi al tuo spazio nella Community Fai domande, cerca informazioni, pubblica contenuti e interagisci con gli altri membri della Community OVHcloud

Discuss with the OVHcloud community

Conformemente alla Direttiva 2006/112/CE e successive modifiche, a partire dal 01/01/2015 i prezzi IVA inclusa possono variare in base al Paese di residenza del cliente
(i prezzi IVA inclusa pubblicati includono di default l'aliquota IVA attualmente in vigore in Italia).