Documentazione OVH

Iniziare a utilizzare il servizio SQL Privato

Come eseguire le prime operazioni sul tuo SQL Privato

Ultimo aggiornamento: 22/02/2018

Obiettivo

Il servizio SQL Privato consente di utilizzare un'istanza SQL che funziona parallelamente a un hosting Web OVH e dispone di risorse dedicate e garantite. Questo consente di ottenere migliori prestazioni e una flessibilità maggiore sui sistemi di database disponibili e su quelli che possono essere creati. Il servizio è generalmente destinato ai clienti con esigenze specifiche.

Questa guida ti mostra le operazioni di base da effettuare per utilizzare un SQL Privato.

Prerequisiti

  • Disporre di un'istanza SQL Privato (inclusa nelle soluzioni di hosting Web o attivata tramite un’opzione SQL).
  • Disporre di un piano di hosting Web attivo e ospitato nello stesso datacenter dell'istanza SQL Privato (questa informazione è disponibile nello Spazio Cliente OVH)
  • Avere accesso allo Spazio Cliente OVH

Procedura

Visualizza le informazioni generali dell'istanza

Accedi allo Spazio Cliente OVH e, nel menu a sinistra, clicca su Database e poi seleziona la tua istanza SQL. Assicurati di trovarti nella scheda Informazioni generali.

Nello Spazio Cliente OVH il nome del servizio SQL Privato può essere visualizzato in due modi:

  • può contenere parte del tuo identificativo cliente e terminare con tre cifre (001 per il primo servizio SQL Privato installato, 002 per il secondo, ecc…)
  • iniziare con sqlprivato-, seguito da parte del tuo identificativo cliente e tre cifre (001 per il primo servizio SQL Privato installato, 002 per il secondo, ecc…)

In questa interfaccia vengono mostrate anche le informazioni principali della tua istanza SQL. Ti consigliamo di verificarne la correttezza e assicurarti che corrispondano alle descrizioni indicate qui sotto:

Informazione Descrizione
Stato del servizio Indica se l’istanza è attiva, in stato di riavvio o sospesa. Per poter eseguire operazioni, l’istanza deve essere attiva.
Tipo Indica il sistema di database utilizzato dal server. MySQL è il più diffuso, ma ne esistono anche altri (come PostgreSQL e MariaDB).
Versione Indica la versione del sistema di database utilizzato dal server. Ti ricordiamo di verificare la compatibilità del tuo sito con la versione scelta.
RAM Indica la memoria disponibile sulla tua istanza e segnala l’eventuale raggiungimento della soglia limite. La RAM costituisce la risorsa dedicata e garantita del tuo SQL Privato. Se necessario, è possibile aumentarla e ricevere una notifica in caso di utilizzo di tutte le risorse disponibili.
Infrastruttura Indica l’infrastruttura utilizzata dall’istanza. Questa informazione è relativa alla piattaforma di OVH.
Datacenter Indica il datacenter in cui è stata creata l’istanza. Assicurati che corrisponda a quello dell’hosting Web OVH in cui è (o sarà) ospitato il tuo sito.
Host Indica il server OVH in cui è stata creata l’istanza. Questa informazione è relativa all'infrastruttura OVH e, in caso di incidenti, può essere presente nelle nostre comunicazioni.

Informazioni generali

Crea un database

Per creare il primo database in cui verranno salvati tutti i dati del tuo sito (per un blog, ad esempio, post e commenti), clicca sulla scheda Database e poi sul pulsante Aggiungi un database.

Aggiungi un database

Si apre una finestra in cui è possibile creare un utente. Questa operazione è fondamentale: l’utente può accedere all'istanza e, in base ai permessi assegnati, effettuare richieste al database (come lettura, inserimento e cancellazione dei dati).

Seleziona la casella Crea un utente per creare l’utente insieme al database o lasciala deselezionata per eseguire l’operazione in un secondo momento.

Inserisci le informazioni richieste seguendo le indicazioni e poi clicca su Conferma.

  • Nome del database (obbligatorio): il nome del tuo futuro database
  • Nome utente (facoltativo se la casella non è selezionata): l'utente che potrà accedere al database ed effettuare le richieste
  • Diritti (facoltativo se la casella non è selezionata): i permessi che saranno associati all’utente sul database. Per un utilizzo standard, scegli Amministratore. Sarà comunque possibile modificare i diritti assegnati in un secondo momento
  • Password/Conferma la password (facoltativo se la casella non è selezionata): scegli una password e confermala

Per motivi di sicurezza, durante l’inserimento dei dati ti invitiamo a rispettare i requisiti richiesti.

Aggiungi un database

Crea un utente (facoltativo)

Se hai creato l'utente insieme al database, questo step è opzionale. Per un utilizzo standard, un singolo utente è sufficiente. Per un progetto più complesso, invece, potrebbe essere necessario autorizzare più utenti a lavorare sullo stesso database. Ad esempio, uno potrebbe disporre dei permessi di lettura e scrittura e un altro quelli di sola lettura.

Se hai già creato il primo utente e per il tuo progetto non ne sono necessari altri, puoi passare allo step successivo. Per creare un utente, clicca sulla scheda Utenti e diritti e poi sul pulsante Aggiungi un utente.

Aggiunta di un utente

Inserisci le informazioni richieste seguendo le indicazioni e poi clicca su Conferma.

  • Nome utente: l'utente che potrà accedere alla tua istanza e a cui potrai assegnare i permessi nello step successivo
  • Password/Conferma password: scegli una password e confermala

Per motivi di sicurezza, durante l’inserimento dei dati ti invitiamo a rispettare i requisiti richiesti.

Aggiunta di un utente

Una volta creato l’utente è necessario assegnargli i permessi per autorizzarlo a effettuare operazioni sul database (come lettura, inserimento e cancellazione dei dati): clicca sull’icona a forma di ingranaggio e seleziona Gestisci i diritti.

Aggiunta dei diritti

Si apre una nuova pagina in cui puoi scegliere i permessi da assegnare. Per un utilizzo standard, scegli Amministratore.

Aggiunta dei diritti

Importa un database (facoltativo)

Questa procedura è valida solo per importare il backup di un database già esistente (indispensabile, ad esempio, per migrare il tuo sito in OVH o i tuoi database su una nuova istanza SQL Privato). Se non devi effettuare questa operazione, passa direttamente allo step successivo.

Esistono diverse tecniche per importare un database. Nello Spazio Cliente OVH è disponibile un tool specifico, che approfondiremo in questa guida. Per utilizzare un altro metodo, consulta le nostre guide.

Step 1: importa un database

Seleziona la scheda Database, clicca sull’icona a forma di ingranaggio e poi su Importa un file.

Aggiunta di un file

Nella nuova finestra, seleziona l’opzione Importa un nuovo file e clicca su Continua.

Aggiunta di un file

Step 2: seleziona e invia il file di backup

Assegna un nome al file di backup (che ti consentirà di identificarlo più facilmente per ripristinarlo in un secondo momento), clicca su Sfoglia per selezionare il file sul tuo computer e poi su Invia.

Attendi la conferma di invio del file e poi clicca sul pulsante Continua.

Aggiunta di un file

Step 3: avvia l'importazione

Scegli se applicare le opzioni aggiuntive proposte:

  • Elimina tutti i file dal tuo database attuale: selezionando questa opzione tutti i contenuti presenti nel database verranno cancellati e sostituiti da quelli del tuo backup. Nel nostro esempio il database è vuoto, quindi è possibile lasciare questa casella deselezionata
  • Invia un'email alla fine dell'importazione: selezionando questa opzione, al termine dell'importazione riceverai una notifica via email

Aggiunta di un file

Collega il tuo sito al database

Ora che il tuo database è stato creato e che uno o più utenti dispongono dei permessi necessari per accedervi, non resta che collegare il sito al database. Questa operazione può essere eseguita in diversi modi, a seconda del sito e del CMS utilizzato (WordPress, Joomla!, ecc…) o, se stai installando il tuo sito, dello step in cui ti trovi.

In ogni caso è necessario disporre di queste cinque informazioni:

  • nome del database: il nome assegnato in fase di creazione
  • nome dell'utente: il nome utente definito durante la creazione del database o degli eventuali utenti aggiuntivi
  • password dell'utente: la password associata all'utente definita negli step precedenti
  • hostname del server: l’indirizzo del server utilizzato dal tuo sito per connettersi al tuo database. Questa informazione è disponibile nello Spazio Cliente OVH, scheda Informazioni generali > Informazioni di login
  • porta del server: la porta di connessione all'istanza SQL Privato, che permette l’accesso del tuo sito al database. Questa informazione è disponibile nello Spazio Cliente OVH, scheda Informazioni generali > Informazioni di login

Il campo Porta potrebbe non essere disponibile nella configurazione del tuo sito. In questo caso, è necessario aggiungerlo dopo l’hostname del server, separandolo con il simbolo : (ad esempio hostname:porta).

Connessione SQL

Da questo momento è possibile completare l'installazione del sito o la migrazione del database sulla nuova istanza SQL.

Per saperne di più

Contatta la nostra Community di utenti all’indirizzo https://www.ovh.it/community/