Il tuo account clienteContatto commercialeWebmailOVHcloud Blog

Benvenuto in OVHcloud!

Accedi per ordinare, gestire prodotti e servizi e monitorare gli ordini

Accedi

Configurare un indirizzo IP in alias

Come aggiungere indirizzi IP Failover alla tua configurazione VPS

Questa traduzione è stata generata automaticamente dal nostro partner SYSTRAN. I contenuti potrebbero presentare imprecisioni, ad esempio la nomenclatura dei pulsanti o alcuni dettagli tecnici. In caso di dubbi consigliamo di fare riferimento alla versione inglese o francese della guida. Per aiutarci a migliorare questa traduzione, utilizza il pulsante "Modifica" di questa pagina.

Ultimo aggiornamento: 27/04/2021

Obiettivo

L'alias IP (IP aliasing in inglese) è una configurazione di rete speciale per i tuoi server OVHcloud, che ti permette di associare più indirizzi IP su un'unica interfaccia di rete.

Questa guida ti mostra come aggiungere indirizzi IP Failover alla tua configurazione di rete.

OVHcloud mette a tua disposizione servizi di cui sei responsabile. ma non è autorizzata ad accedervi e non si occupa quindi della loro amministrazione. Garantire quotidianamente la gestione software e la sicurezza di queste macchine è quindi responsabilità dell’utente.

Questa guida ti aiuta a realizzare le operazioni più ricorrenti. Tuttavia, in caso di difficoltà o dubbi relativi ad amministrazione e sicurezza, ti consigliamo di contattare un fornitore specializzato. Per maggiori informazioni consulta la sezione “Per saperne di più”.

Prerequisiti

  • un VPS nel tuo account OVHcloud
  • un indirizzo IP Failover o un blocco IP Failover
  • un accesso amministratore (root) via SSH o GUI sul tuo server
  • conoscenze di base sulle reti e la loro amministrazione

Procedura

Questa guida ti mostra le configurazioni delle distribuzioni/dei sistemi operativi più comunemente utilizzati. Il primo step consiste sempre nell'connettersi al tuo server tramite SSH o tramite una sessione di connessione all'interfaccia grafica utente (RDP per un VPS Windows). Gli esempi che seguono presuppongono che tu sia connesso come utente con elevate autorizzazioni (Administratore/Sudo).

Per quanto riguarda le diverse versioni di distribuzione, ti ricordiamo che la procedura per configurare la tua interfaccia di rete e i nomi di file possono essere stati modificati. In caso di difficoltà o dubbi, consulta la documentazione relativa al tuo sistema operativo.

Si prega di prendere nota della terminologia che verrà utilizzata negli esempi di codice e nelle istruzioni dettagliate contenute in questa guida:

Termine Descrizione Esempi
IP_FAILOVER Indirizzo IP di Failover attribuito al tuo servizio 169.254.10.254
NETWORK_INTERFACE Nome dell'interfaccia di rete eth0, ens3
ID ID dell'alias IP, che inizia con 0 (in base al numero di indirizzi IP aggiuntivi da configurare) 0, 1

Debian 10

Step 1: disattiva la configurazione automatica della rete

Apri il percorso per accedere al file seguente con un editor di testo:

sudo nano /etc/cloud/cloud.cfg.d/99-disable-network-config.cfg

Inserisci la riga seguente, poi registra e lascia l'editor.

network: {config: disabled}

La creazione di questo file di configurazione impedisce l'esecuzione automatica delle modifiche apportate alla configurazione della tua rete.

Step 2: modifica il file di configurazione di rete

Per verificare il nome della tua interfaccia di rete, esegui questo comando:

ip a

Apri il file di configurazione di rete per modificarlo con questo comando:

sudo nano /etc/network/interfaces.d/50-cloud-init

Aggiungi queste righe:

auto NETWORK_INTERFACE:ID
iface NETWORK_INTERFACE:ID inet static
address IP_FAILOVER
netmask 255.255.255.255

Step 3: riavvia l'interfaccia

Applica le modifiche utilizzando il seguente comando:

sudo systemctl restart networking

Ubuntu 20.04

Il file di configurazione dei tuoi indirizzi IP Failover si trova in /etc/netplan/. In questo esempio, si chiama "50-cloud-init.yaml". Prima di apportare modifiche, verifica il nome del file effettivo in questa cartella. Ogni indirizzo IP Failover richiede la propria linea nel file.

Step 1: disattiva la configurazione automatica della rete

Apri il percorso per accedere al file seguente con un editor di testo:

sudo nano /etc/cloud/cloud.cfg.d/99-disable-network-config.cfg

Inserisci la riga seguente, poi registra e lascia l'editor.

network: {config: disabled}

La creazione di questo file di configurazione impedisce l'esecuzione automatica delle modifiche apportate alla configurazione della tua rete.

Step 2: modifica il file di configurazione

Per verificare il nome della tua interfaccia di rete, esegui questo comando:

ip a

Apri il file di configurazione di rete per modificarlo con questo comando:

sudo nano /etc/netplan/50-cloud-init.yaml

Non modificare le righe esistenti nel file. Aggiungi il tuo indirizzo IP Failover seguendo l'esempio seguente:

network:
    version: 2
    ethernets:
        NETWORK_INTERFACE:
            dhcp4: true
            match:
                macaddress: fa:xx:xx:xx:xx:63
            set-name: NETWORK_INTERFACE
            addresses:
            - IP_FAILOVER/32

È importante rispettare l'allineamento di ciascun elemento del file, come indicato nell'esempio di cui sopra. Non utilizzare il tasto di tabulazione per creare la tua spaziatura.

Salva e chiudi il file.

Step 3: applicare la nuova configurazione di rete

Per testare la tua configurazione utilizza questo comando:

sudo netplan try

Se è corretta, applicala utilizzando il seguente comando:

sudo netplan apply

Ripeti questa procedura per ogni indirizzo IP Failover.

Windows Server 2016

Step 1: verifica la configurazione di rete

Clicca con il tasto destro sul pulsante Menu Inizia e apri Esegui.

Clicca su cmd e clicca su OK per aprire l'applicazione della riga di comando.

compromesso

Per recuperare la configurazione IP corrente, inserisci ipconfig nel prompt dei comandi.

verifica la configurazione IP principale

Step 2: modifica le proprietà IPv4

A questo punto è necessario modificare le proprietà IP in una configurazione statica.

Apri le impostazioni dell'adattatore nel Pannello di configurazione Windows e apri le Proprietà di Internet Protocol Version 4 (TCP/IPv4).

modifica la configurazione IP

Nella finestra Proprietà IPv4, seleziona Utilizza questo indirizzo IP. Inserisci l'indirizzo IP recuperato nel primo step e poi clicca su Avanti.

Step 3: aggiungi l'indirizzo IP Failover nelle Impostazioni TCP/IP avanzate

Nella nuova finestra, clicca su Aggiungi... sotto "Indirizzi IP". Inserisci il tuo indirizzo IP Failover e la subnet mask (255.255.255.255).

sezione di configurazione avanzata

Per confermare, clicca su Aggiungi.

Configurazione del trasferimento IP

Step 4: riavvia l'interfaccia di rete

Di ritorno al pannello di configurazione (Connessioni di rete), clicca con il tasto destro sulla tua interfaccia di rete e seleziona Disattivare.

disattivazione della rete

Per riavviarla, clicca con il tasto destro e seleziona Attiva.

attivazione della rete

Step 5: verifica la nuova configurazione di rete

Apri il prompt dei comandi (cmd) e inserisci ipconfig. La configurazione deve includere il nuovo indirizzo IP Failover.

verifica la configurazione di rete corrente

cPanel (CentOS 7)/derivati Red Hat

Step 1: modifica il file di configurazione di rete

Per verificare il nome della tua interfaccia di rete, esegui questo comando:

ip a

Apri il file di configurazione di rete per modificarlo:

sudo nano /etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-NETWORK_INTERFACE:ID

Aggiungi queste righe:

DEVICE=NETWORK_INTERFACE:ID
BOOTPROTO=static
IPADDR=IP_FAILOVER
NETMASK=255.255.255.255
BROADCAST=IP_FAILOVER
ONBOOT=yes

Step 2: riavvia l'interfaccia

Applica le modifiche utilizzando il seguente comando:

sudo systemctl restart networking

Plesk

Step 1: accedere alla gestione IP di Plesk

Nel pannello di configurazione Plesk, seleziona Tools & Settings nella barra laterale sinistra.

accesso alla gestione degli indirizzi IP

Clicca su IP Indirizzi con Tools & Settings.

Step 2: aggiungi le informazioni IP supplementari

In questa sezione, clicca sul pulsante Add IP Address.

aggiungi informazioni IP

Inserisci il tuo indirizzo IP Failover nella forma xxx.xxx.xxx.xxx/32 nel campo "IP address and subnet mask" e clicca su OK.

aggiungi informazioni IP

Step 3: verifica la configurazione IP corrente

Per verificare che l'indirizzo IP Failover sia stato aggiunto correttamente, accedi alla sezione "Indirizzi IP".

configurazione IP attuale

Diagnostica

Per prima cosa, riavvia il server tramite la linea di comando o l'interfaccia utente. Se non riesci ancora a stabilire una connessione tra la rete pubblica e il tuo indirizzo IP dell'alias e sospetti un problema di rete, riavvia il server in modalità Rescue. A questo punto puoi configurare l'indirizzo IP Failover direttamente sul server.

Una volta effettuato l'accesso al server via SSH, esegui questo comando:

ifconfig ens3:0 IP_FAILOVER netmask 255.255.255.255 broadcast IP_FAILOVER up

Per testare la connessione, ti basta inviare un ping al tuo indirizzo IP Failover dall'esterno. Se risponde in modalità Rescue, significa probabilmente che si è verificato un errore di configurazione. Se l'IP non funziona ancora, informi i nostri team del supporto creando un ticket di assistenza dallo Spazio Cliente OVHcloud.

Per saperne di più

Attiva la modalità Rescue su un VPS

Contatta la nostra Community di utenti all’indirizzo https://community.ovh.com/en/.


Questa documentazione ti è stata utile?

Prima di inviare la valutazione, proponici dei suggerimenti per migliorare la documentazione.

Immagini, contenuti, struttura... Spiegaci perché, così possiamo migliorarla insieme!

Le richieste di assistenza non sono gestite con questo form. Se ti serve supporto, utilizza il form "Crea un ticket" .

Grazie per averci inviato il tuo feedback.


Potrebbero interessarti anche...

OVHcloud Community

Accedi al tuo spazio nella Community Fai domande, cerca informazioni, pubblica contenuti e interagisci con gli altri membri della Community OVHcloud

Discuss with the OVHcloud community

Conformemente alla Direttiva 2006/112/CE e successive modifiche, a partire dal 01/01/2015 i prezzi IVA inclusa possono variare in base al Paese di residenza del cliente
(i prezzi IVA inclusa pubblicati includono di default l'aliquota IVA attualmente in vigore in Italia).